Inter, Icardi fuori dalle fiamme tra un dato scontato ed una sorpresa. Ma c’è un gesto che stride

Inter, Icardi fuori dalle fiamme tra un dato scontato ed una sorpresa. Ma c’è un gesto che stride

L’analisi su quanto avvenuto ieri sera in Genoa-Inter

di Daniele Vitiello, @DanViti
Sono stati tutti su di lui gli occhi nella notte di Marassi ed era inevitabile che fosse così. Mauro Icardi è tornato a fare ciò che gli riesce meglio, nonostante una forma fisica sicuramente migliorabile, e questo non era altrettanto scontato. Sebbene l’argentino avesse già dimostrato in carriera di essere in grado di allargare le spalle e gonfiare il petto soprattutto nelle situazioni con maggiore pressione, erano diversi i punti interrogativi che accompagnavano il suo ingresso in campo insieme al resto della squadra (per la prima volta dopo circa quattro anni da ultimo della fila e non primo, ovviamente senza fascia sul braccio). Al Ferraris la gara si è messa subito in discesa e le curve che hanno condotto al novantesimo non hanno nascosto alcuna insidia, per la gioia di un ambiente che meritava una serata tranquilla e che si gode il consolidamento del terzo posto quando mancano otto giornate al termine della stagione. Un errore da mani nei capelli, poi il rigore procurato e trasformato, prima di chiudere con la giocata forse più emblematica: un filtrante chirurgico che ha regalato a Perisic il pallone del 3-0. Lo stretto necessario per riprendersi le redini almeno del reparto avanzato nerazzurro e spostarsi un po’ più avanti rispetto alle fiamme che hanno circondato Appiano Gentile e dintorni nelle ultime settimane.
NOTA STONATA – Ciò che stride e francamente rimane inspiegabile è il coraggio da parte di parte del tifo nerazzurro presente a Genova di non esultare al gol di Icardi, conseguenza diretta della presa di posizione da parte della Curva Nord arrivata l’altro ieri attraverso il comunicato che tanto ha fatto discutere. Una decisione che si fatica a comprendere proprio perché l’ottica del tifoso dovrebbe essere quella di lenire eventualmente un livore e non in qualche modo acuirlo: quando la palla supera la linea di porta avversaria è l’Inter ad aver segnato, a prescindere da chi abbia accompagnato la sfera in rete. Un vantaggio accumulato dalla Beneamata va sempre festeggiato, soprattutto in un momento particolare come questo. Ognuno è libero poi di custodire nel proprio cuore i beniamini che più ritiene vicini al suo modo di intendere il calcio e che più gli provocano la pelle d’oca, la sottolineatura che però ci preme sussurrare è che in un contesto del genere, se si mira a mettere l’Inter davanti ad ogni cosa, risulta necessario che tutti remino nella stessa direzione, ogni addetto portando a termine il compito al quale è chiamato. E quello di un tifoso è proprio sostenere la squadra, altrimenti risulta un po’ come un calciatore che decide di non rispondere ad una convocazione o decidere di star fuori a tempo indeterminato… O no?
7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Nuzzo62 - 3 mesi fa

    Noi tifosi da PC e TV,amiamo l INTER,come e più di loro!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. thoerr_614 - 3 mesi fa

    Articolo sacrosanto!!! Sottoscrivo in pieno! Il tizio col megafono che ha intimato il silenzio ai pecoroni che lo hanno seguito è stato peggio di Icardi che non ha risposto alla convocazione. Goal dell’ Inter e non esultare?!!!! Roba da juventini!
    C’È SOLO L’ INTER!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13629563 - 3 mesi fa

    SONO D’ACCORDO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. biafra - 3 mesi fa

    Quindi il tifoso può essere preso in giro da Icardi….ma non deve poterlo contestare? Forse c’è da sottolineare che il tifoso paga….Icardi dovrebbe essere pagato se lavora per l’Inter. La difesa di Icardi diventa stucchevole se fatta da una “voce” interista. Non basta quello che ha dimostrato di essere come professionista negli ultimi 3mesi? Adesso passa da “salvatore” e dovremmo ringraziarlo? No, grazie la fede per l’Inter è tanta altra “roba”…. Icardi e consorte solo due meteore. Forza Inter

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-14119980 - 3 mesi fa

    Eh vabbè la Nord crede di essere la proprietà del FC Internazionale, è vero i ragazzi spendono molto della loro vita per seguire l’Inter ma dopo il comunicato di ieri hanno perso tanto andando anche contro di noi tifosi da pc e tv, incomprensibile e ridicolo, quindi anche essendo arrabbiato con Icardi per ciò che è successo, io sto con l’Inter è di conseguenza pro Icardi in campo perché un bomber così deve giocare e noi tifosi veri esultare ai suoi gol! Amala.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-12135496 - 3 mesi fa

    Giusto il tuo ultimo commento!
    Icardi è stato ripagato allo stesso modo con cui lui ha pagato i tifosi e l’Inter non rispondendo fin dalla convocazione di Vienna.
    Ricordiamoci che non guadagna e non lavora come fosse un minatore! Mxq

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Peps1981 - 3 mesi fa

      Ripagato COSA? Ripagato da chi? Da degli esaltati che han fatto chiudere lo stadio ai tofosi CIVILI per due giornate? Da quelli che organizzano guerriglie urbane con morti e disatri? Povera INTER ricattata da una ciurma di violenti!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy