Inter, il tentativo per Sensi è un chiaro messaggio al Cagliari: niente asta per Barella

Inter, il tentativo per Sensi è un chiaro messaggio al Cagliari: niente asta per Barella

I nerazzurri non intendono rilanciare per il centrocampista sardo

di Fabio Alampi, @FabioAlampi
Nicolò Barella, Italia

E’ notizia di ieri l’interesse dell’Inter per Stefano Sensi, centrocampista del Sassuolo, da tempo nel mirino dei cugini del Milan. Tentativo reale o semplice manovra di disturbo? La Gazzetta dello Sport dà una sua interpretazione alla mossa di Marotta: “Inserimenti, manovre di disturbo, messaggi indiretti, perché il parlare a nuora perché suocera intenda è storia che nel mercato funziona sempre benissimo. L’ultima è di Beppe Marotta, che s’è messo in mezzo tra Milan e Sassuolo per Stefano Sensi. Una chiacchierata con l’amico Giovanni Carnevali, un sondaggio per capire lo stato dell’arte della trattativa per il centrocampista: nessuna offerta, ovviamente, ma una mossa questo sì“.

MESSAGGIO AL CAGLIARI – “Mossa che vale un messaggio al Cagliari nell’impasse che si è creata nella trattativa infinita per Nicolò Barella. L’Inter non è ferma al centrocampista sardo: in questi casi è giusto guardarsi intorno e Sensi è profilo che piace anche ad Antonio Conte. Ed è affare che si sviluppa su cifre decisamente più sostenibili rispetto a quelle di Barella. Qui il Cagliari continua a non spostarsi dalla valutazione di 50 milioni di euro. L’Inter si è mossa dagli iniziali 30 milioni più contropartite. Ed è arrivata a formulare una proposta da 36 milioni più 4 di bonus. Proposta che l’Inter ritiene finale, senza alcuna voglia di rilanciare o partecipare ad aste con altri club. Di certo c’è che l’affare Barella, in ogni caso, sarà svincolato da altri giocatori. Non ci saranno contropartite inserite. Se poi tra Inter e Cagliari, o tra Cagliari e un eventuale nuovo club, ci sarà spazio per affari paralleli, è altra cosa. Il che significa, in ottica Inter, che non c’è più la possibilità/necessità di definire l’affare entro il 30 giugno, con lo scenario di realizzare plusvalenze con le contropartite. Un rischio, forse, se è vero che un buon Europeo Under 21 potrebbe scatenare gli appetiti di club stranieri. O rafforzare quelli di Leonardo per il suo Psg: dalla Francia infatti rilanciano forte l’ipotesi di un interessamento parigino per Barella. È bene in ogni caso fissare qualche punto. L’Inter resta decisamente in pole position su Barella. E a raccontarlo c’è anche un altro indizio. Perché nelle ultime ore un sondaggio con il Cagliari l’ha tentato anche la Roma, pronta offrire il cartellino di Defrel e un conguaglio cospicuo, intorno ai 25 milioni. Ma il club giallorosso sa di essere dietro perché Barella ha ribadito il gradimento all’ipotesi Inter – base di accordo un quinquennale da 2,5 milioni –, forte anche della possibilità di giocare in Champions League“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy