Inter-Milan, ora l’idea è uno stadio nuovo. C’è l’indizio: “Ed è già stata scelta l’area”

Inter-Milan, ora l’idea è uno stadio nuovo. C’è l’indizio: “Ed è già stata scelta l’area”

Le novità sullo stadio del futuro di Inter e Milan

di Marco Macca, @macca_marco

Come vi abbiamo riportato ieri, Inter e Milan, durante la conferenza stampa di presentazione della nuova partnership con Beretta, nelle persone dell’amministratore delegato corporate nerazzurro Antonello e del presidente rossonero Scaroni hanno parlato molto anche del tema stadio, che in questi mesi è di stretta attualità per entrambi i club. Secondo Tuttosport, pur avendo sul tavolo due ipotesi (ristrutturazione di San Siro o costruzione di un nuovo stadio), le due società sarebbero maggiormente propense a mettere in piedi un impianto nuovo di zecca:

Le società – pur mantenendo sotto il profilo formale equidistanza sull’argomento – hanno una preferenza per un impianto nuovo. La storia di Ivan Gazidis – che ha pensionato Highbury e, grazie all’Emirates, ha fatto impennare i fatturati dell’Arsenal – lo certifica. Così come una mezza frase pronunciata ieri da Paolo Scaroni nell’evento organizzato per celebrare la nuova partnership con Beretta: «Forse è più facile costruire un impianto nuovo che ristrutturare San Siro». In più c’è un indizio: i club hanno chiesto lumi a Palazzo Marino sulla presenza di vincoli della Soprintendenza sul Meazza, vincoli che dovrebbero essere decaduti grazie alla costruzione del terzo anello per i Mondiali del ‘90. Il Comune, come sempre sottolineato dal sindaco Sala, tifa perché rimanga lo status quo sull’impianto attuale anche perché l’obiettivo è farci la cerimonia inaugurale del Giochi del 2026 (qualora, ovviamente, venisse battuta la concorrenza di Stoccolma): un nodo che Milan e Inter sono pronte a sciogliere con la promessa di farsi farsi trovare pronte per quella dead line con il nuovo stadio che potrebbe essere icona di una città proiettata nel futuro che sa pure trasformarsi anche a prescindere dai propri simboli (proprio come Londra, dove è stato abbattuto Wembley per costruirne un altro tutto nuovo). Nel caso in cui la scelta cadesse sull’idea di fare un impianto nuovo, l’area utilizzabile sarebbe quella di fronte allo stadio, proprio là dove sorgeva il Palazzo dello Sport caduto nella “grande nevicata del 1985”“, scrive il quotidiano.

(Fonte: Tuttosport)

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13999256 - 7 mesi fa

    San Siro resettato è la soluzione più congeniale

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ivanlovecchio1994 - 7 mesi fa

    spero solo che non demoliscano il Meazza, è simbolo non solo delle due squadre, ma di un’intera città e nazione. la scala del calcio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy