Né Perisic né Icardi, l’Inter si conferma pazza per l’unico intoccabile

Radja Nainggolan si sta dimostrando tassello fondamentale per l’equilibrio tattico dell’Inter

di fcinter 1908

Se Spalletti avesse avuto la sfera di cristallo di sicuro non avrebbe insistito per avere Radja Nainggolan. Mai il Ninja era stato tanto bersagliato dagli infortuni e alla fine l’Inter ha potuto servirsene veramente poco. Anzi, probabilmente nel rapporto tra il dare e avere quello che ci ha perso più di tutti è stato proprio il tecnico toscano, che si era speso in prima persona con la società e che per quasi l’intera stagione si è ritrovato con il cerino in mano. La verità è che la squadra era stata costruita attorno al centrocampista belga e ad ogni occasione l’Inter lo ha abbondantemente dimostrato, perché al di là dei numeri (confortanti col l’ex giallorosso in campo), ciò che salta all’occhio è che la squadra di Spalletti cambi totalmente con o senza Nainggolan in campo.

Roba da pazza Inter, qualcuno penserà. Perché basare il proprio destino su un calciatore come Nainggolan non è per tutti. Questo non è in discussione, ma è altrettanto vero che la sfortuna ha giocato un ruolo determinante e che adesso, incrociando le dita, sembra essere giunto il momento di saldare i conti. Nainggolan sta ritrovando gamba e condizione, contemporaneamente l’Inter trova personalità e manovra. Trame di gioco che sulla trequarti, nessuno a parte il Ninja, sa sviluppare nella rosa nerazzurra, che con Joao Mario, Borja Valero e Vecino ha solo potuto ovviare al problema dell’assenza del Ninja.

E per questo che Spalletti insiste. Anche in passato il tecnico toscano ha rischiato Nainggolan e l’ha sempre pagata. Lo ha fatto anche ieri a Genova, lasciandolo in campo 90 minuti con la partita contro l’Atalanta che arriva tra pochi giochi. Ma questa volta sembra diverso, perché se è vero che la condizione non è delle migliori, è altrettanto vero che adesso i muscoli stanno rispondendo bene e l’allenatore nerazzurro vuole un Nainggolan tirato a lucido per la volata finale in cui l’Inter si giocherà la Champions. L’Inter ha in campo un solo insostituibile e non si chiama né Icardi né Perisic. L’intoccabile di Spalletti ha un solo nome ed è Radja Nainggolan.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy