Primavera, è pazza Inter: da 2-0 a 2-3, Pescara battuto solo con un autogol nel finale

Primavera, è pazza Inter: da 2-0 a 2-3, Pescara battuto solo con un autogol nel finale

Inizio da incubo per i nerazzurri, che raddrizzano la gara e conquistano i primi 3 punti della stagione

di Fabio Alampi, @FabioAlampi
Thomas Schirò, Inter Primavera

Comincia con un’incredibile rimonta il campionato Primavera 2019/20: l’Inter di Armando Madonna vince sul campo del Pescara al termine di una gara complicatissima, dopo essere passata in svantaggio di due reti dopo nemmeno un quarto d’ora di gioco. I nerazzurri scendono in campo lenti, spenti, prevedibili e distratti, e i padroni di casa ne approfittano: prima Borrella e poi Pavone (su rigore) fanno vedere i fantasmi alla formazione interista, con Madonna costretto a fare due cambi dopo soli 27 minuti per provare a raddrizzare la gara. L’ingresso di Oristanio si rivela decisivo: il folletto classe 2002 accende la manovra offensiva nerazzurra con le sue accelerate e i suoi guizzi, ed è proprio lui ad accorciare le distanze sfruttando un preciso traversone di Colombini. Nella ripresa l’Inter spinge sull’acceleratore e schiaccia il Pescara nella propria metà campo, e trova il pareggio grazie al sinistro deviato di Schirò. I padroni di casa traballano, Sorrentino si guadagna la palma di migliore in campo opponendosi a tutti i tentativi nerazzurri, ma nel finale i ragazzi di Legrottaglie si devono arrendere alla sfortuna: cross dalla destra di Persyn, Vergani e Fonseca sfiorano soltanto, pallone che carambola sui piedi di Paolilli e termina la sua corsa in fondo al sacco. Primi tre punti per l’Inter Primavera, chiamata a cambiare registro già da martedì, in occasione del match di Youth League contro lo Slavia Praga.

Si alza il sipario sul campionato Primavera: l’Inter di Armando Madonna, vice campione in carica, debutta sul campo del neo promosso Pescara, allenato dall’ex difensore della Juventus Nicola Legrottaglie. Il tecnico nerazzurro schiera dal primo minuto Lorenzo Pirola e Lucien Agoume, stabilmente aggregati alla Prima Squadra, mentre Sebastiano Esposito rimane a disposizione di Antonio Conte; in difesa spazio al nuovo arrivato Kinkoue, in attacco la coppia composta da Vergani e Mulattieri. Calcio di inizio alle 14.

Formazioni ufficiali:

PESCARA: 1 Sorrentino, 2 Paolilli, 3 Quacquarelli, 4 Cipolletti, 5 Chiacchia, 6 Camilleri, 7 Martella, 8 Mercado, 9 Borrelli, 10 Pavone, 11 Pina Gomes
A disposizione: 12 Radaelli, 13 D’Angelo, 14 Renzetti, 15 De Marzo, 16 Palmucci, 17 Tringali, 18 Zinno, 19 Masella, 20 Chiarella, 21 Blanuta, 22 Saza Razvan, 23 Tamborriello
Allenatore: Nicola Legrottaglie

INTER: 1 Pozzer; 2 Kinkoue, 4 Ntube, 6 Pirola; 7 Persyn, 8 Gianelli, 5 Agoume, 10 Schirò, 3 Colombini; 9 Vergani, 11 Mulattieri
A disposizione: 12 Stankovic, 21 Tononi, 13 Moretti, 14 Vaghi, 15 Burgio, 16 Vezzoni, 17 Attys, 18 Squizzato, 19 Sami, 20 Oristanio, 22 Fonseca
Allenatore: Armando Madonna

Arbitro: Filippo Zaccaglia (sez. Jesi)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy