Quest’Inter si muove da grande: idee chiare e programmazione. Marotta, messaggio chiarissimo

Quest’Inter si muove da grande: idee chiare e programmazione. Marotta, messaggio chiarissimo

L’Inter sta dando segnali importanti di programmazione tecnica

di Marco Macca, @macca_marco
marotta, ad dell'inter

La svolta è di quelle serie, importanti, forse decisive per cambiare il corso della storia recente. La nuova era Antonio Conte è ancora per qualche ora ancora in pectore, ma non ci vorrà molto prima che acquisti i crismi dell’ufficialità. All’Inter si inizierà a scrivere un nuovo capitolo, nel segno della voglia di tornare a vincere e di candidarsi al ruolo di squadra che riuscirà finalmente a spezzare il dominio in Serie A della Juventus.

Chi già storceva il naso di fronte all’operato del nuovo amministratore delegato (sport) Beppe Marotta, forse dovrà ricredersi. Perché, checché se ne dica, Marotta ha tracciato una linea nettissima di discontinuità rispetto al passato (vedi anche e soprattutto il caso Icardi), anche a costo di rischiare sia dal punto di vista tecnico, sia di fronte a una piazza esigente come quella nerazzurra. Ma il vero punto di svolta segnato da Marotta, fin qui, è un altro.

L'Inter che verrà nasce stasera. Il progetto di Marotta e l'avvertimento di Zhang alla squadraEh sì, perché se pubblicamente il nuovo corso Inter sta nascendo, di fatto, in questi giorni che precedono l’infuocata estate di mercato, nella testa dell’ex dirigente della Juventus tutto è iniziato molto prima, forse fin dai suoi primi giorni da ad dell’Inter. Non è certo un mistero che i contatti con Conte siano iniziati mesi fa: Marotta ha iniziato un lavoro certosino di convincimento e illustrazione del suo progetto futuro. Conte, evidentemente, ne è rimasto attratto. Da qui, nel corso delle settimane, la scelta, poi definitiva, di abbracciare i colori nerazzurri, preferendo l’Inter a qualsiasi altra destinazione. E questa è già una prima importante rassicurazione per tutto il popolo interista. Del resto, se un top come Conte ti sceglie, un motivo dovrà pur esserci…

Edin Dzeko contro l'InterMa non finisce qui: se non è un mistero che Conte e l’Inter si sono scelti ormai mesi fa, non lo è nemmeno il fatto che gli stessi Marotta e Ausilio si siano portati molto avanti con i discorsi relativi al mercato. Quando non siamo nemmeno a giugno, infatti, l’Inter sembra aver già posto solide basi per non arrivare alle ultime ore di campagna acquisti con la frenesia che contraddistingue i club in difficoltà. Dzeko è praticamente un arrivo certo, Barella uno molto probabile, Godin sicuro ormai da mesi. Senza contare che obiettivi come Lukaku e Chiesa sono stati messi prepotentemente nel mirino. Il tutto, in attesa di capire cosa ne sarà del destino di Mauro Icardi e Ivan Perisic. Ma, intanto, il segnale è arrivato forte e chiaro: quest’Inter non va per tentativi.

Ed è questo il messaggio chiarissimo che, al di là di tutto, è arrivato ai tifosi: questa società sta lavorando alla grande, attraverso una programmazione ponderata e misurata, ma al contempo decisa e determinata riguardo alle scelte future. L’estate non è ancora arrivata così come il calciomercato non si è ancora aperto, eppure l’Inter sembra avere le idee maledettamente chiare: mosse degne di un grandissimo club che sa quello che vuole e sa contemporaneamente come ottenerlo. Il modo migliore per cucire addosso ad Antonio Conte l’abito migliore per puntare al vertice del mondo calcistico.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy