Spalletti: “Perisic? Felice qui, dette cose normali. Nainggolan dispiaciuto. Il padre di Lautaro…”

Le parole del tecnico nerazzurro alla vigilia di Roma-Inter

di Giovanni Montopoli, @GioMontopoli

APPIANO GENTILE – Vigilia di campionato in casa nerazzurra. L’Inter nel posticipo di domani sera affronterà la Roma allo stadio Olimpico. Luciano Spalletti risponderà alle domande dei cronisti presenti nel Media Center di Appiano Gentile. FcInter1908 vi riporterà la diretta testuale con le parole del tecnico.

Queste le prime parole del tecnico con le risposte alle domande dei tifosi su Facebook: “Roma con tanti infortunati e noi favoriti? Le partite sono tutte importanti perchè poi ci sono 3 punti in palio, fondamentali per andare avanti. Bisogna vincere le partite per occupare posizioni per un futuro che compete a squadre come l’Inter. Noi la pressione ce la mettiamo da soli, quando si fanno dei paragoni e dei confronti ognuno porta i numeri che gli fanno comodo. Se dobbiamo essere quelli che vincono in casa della Roma assolutamente, alla luce dei piazzamenti dei giallorossi negli ultimi anni, la cosa ci fa piacere ma sappiamo che sarà una gara difficilissima. La Roma, come altre squadre, ha un modo di fare ben preciso, giocano alti, con una costruzione che parte dal basso, il calcio si è evoluto, è migliorato, ci sono caratteristiche, motivazioni e la Roma è in quelle squadre forti che giocano questo tipo di partite. Riposo? Valutazione che va fatta, dopo le gare qualcuno è sempre più affaticato di altri e bisogna tener conto di tutto. Queste gare vanno giocate nella maniera giusta, con i criteri che cerchiamo in allenamento e che vogliamo mettere in pratica durante le gare”

Si passa in sala conferenze com le risposte del tecnico alle domande dei colleghi presenti ad Appiano: “Ritorno a Roma? Lo stato d’animo sarà di quelli che mi piacciono, tornare in una città dove ho allenato e vissuto per tanti anni, mi farà piacere e giocheremo questa gara con tranquillità”

PERISIC – “Sono dichiarazioni normali, siamo in un calcio in evoluzione, poi io non so se…mi fido quando parlo con i calciatori, ha detto delle cose normali, che si possono dire, per quello che è il mio rapporto con lui, secondo me ci sta molto volenrieri nell’Inter. E’ contento di far parte di questo club, della partecipazione emotiva”

PAPA’ LAUTARO – “Se ci sono delle dichiarazioni, se sono vere, si va a parlare. Io della famiglia Martinez conosco Lautaro, l’importante è che si renda conto che il papà con queste dichiarazioni attacca l’Inter e crea problemi allo stesso giocatore e finisce per danneggiare la sua immagine. Poi la valutazione da fare è che per diventare un top player devi saper gestire te stesso e quelli che ti stanno intorno. Se ti creano dei problemi è giusto che ti faccia sentire. I grandi club stanno attenti ad avere situazioni imbarazzanti come queste, poi lui è un uomo, forte in campo e fuori. E’ tutto a posto, oramai è qualche anno che faccio questo lavoro, sono abituato e non do peso a queste cose”

DIVARIO CON LA ROMA – “Abbiamo rivisto la gara che abbiamo giocato, ci siamo rientrati dentro con la squadra, non tantissimo perchè il tempo è poco ed è meglio tuffarsi nella gara contro la Roma. Per me abbiamo giocato in maniera equilibrata a Londra, abbiamo preso gol quando stavamo esprimento il blocco squadra migliore, creando opportunità importanti. Poi chiaro, se hai a che fare con campioni, possono creare la sterzata in qualsiasi momento, la squadra ha giocato meglio nella gara di ritorno che in quella di andata. Non ci sentiamo appagati di quello che stiamo facendo, vogliamo andare più in la, noi siamo ancora dentro la possibilità di qualificarsi in un girone tra i più duri e poi per ora abbiamo una classifica abbastanza importante ma non vogliamo accontentarci”

NAINGGOLAN – “ha avuto un paio di fastidi che possono essere identificati come ricadute, cose che possono accadere, prendere tempistiche più comode per farlo tornare in forma. Il giocatore a livello di testa è sempre lo stesso ed è dispiaciuto per non aver dato il proprio contributo”

ALTALENA – “La squadra sta facendo quello che deve fare, siamo dentro quello che è il più roseo percorso che potevamo immaginare. Se volete crearci delle attenzioni noi siamo pronti a prenderle e riaddrizzarle. Cercheremo di anticipare quei rischi che possono capitare quando si gioca a calcio”

MOLTE ASSENZE – “E’ un discorso che piace fare a voi, queste rose possono supportare le assenze per composizione. Fino al numero 13 di calciatori a disposizione sono squadre che non hanno problemi. Se hanno già 14 uomini le squadre possono tranquillamente disputare tutte le gare, la Roma ha una rosa importantissima, come l’Inter, come il Tottenham ecc…Se siamo quelli che devono vincere per forza questa gara è un complimento che mi prendo volentieri, vuol dire che siamo cresciuti molti, vi ringrazio”

VRSALIJKO – “Il giocatore è a disposizione”

GARA DECISIVA – “Non è decisivo nulla per il nostro campionato, la Roma può inanellare risultati importanti e rimettere a posto tutto. Noi dobbiamo avere il nostro obiettivo e dobbiamo vincere più gare possibile. Ci sono insidie nel nostro campionato, ci sono squadre fortissime”

PROCESSO EVOLUTIVO – “Si sposta sempre, l’obiettivo non è fermo, ha le ruote, diventa difficile dire che ora ci siamo, soprattutto per una squadra come l’Inter”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy