FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

copertina

Inter, spiegate le parole di Suning. E Zhang tiene duro con Bc Partners

Le dichiarazioni rilasciate da Jindong Zhang hanno aumentato la preoccupazione del popolo nerazzurro sul futuro del club

Fabio Alampi

Hanno fatto molto rumore le dichiarazioni rilasciate da Jindong Zhang, che ha ribadito la necessità di "tagliare i rami secchi" per salvaguardare le attività primarie del gruppo Suning. Parole che, in tempi di trattative avanzate per la cessione dell'Inter, hanno fatto pensare a novità imminenti per quanto riguarda il futuro del club nerazzurro. Il Corriere delloSport prova ad analizzare il discorso del numero uno interista: "Il segnale di una cessione ormai imminente, oppure un passaggio del discorso motivazionale destinato ai dipendenti al ritorno dal lavoro per l'inizio del nuovo anno? Solo il tempo potrà dare una risposta".

La spiegazione di Suning

"Anche in viale Liberazione sono stati colti di sorpresa dall'intervento di Zhang sr. e, immediatamente, si sono aperti i canali di comunicazione con Nanchino per concordare una sorta di precisazione. Così la spiegazione nerazzurra è stata che quelle parole facevano, appunto, parte di un discorso dedicato ai dipendenti, come capita sempre alla ripresa delle attività dopo le feste per l'inizio del nuovo anno. Insomma, seppur poi diffuso da "Titan Sport" non si trattava di un messaggio pubblico, con riferimento al futuro del gruppo. Di conseguenza, l'Inter ne resterebbe fuori, sia come entità fuori dalla Cina sia come attività con finalità specifiche. Sia pure ufficiosa, una presa di posizione era dovuta. Ma non necessariamente corrisponde alla realtà".

Partita a scacchi con Bc Partners

"Jindong Zhang, dunque, potrebbe aver sciolto il dubbio rispetto a quale strada percorrere. Tanto più che si avvicinano le scadenze di fine marzo, che sono il limite oltre cui non si potrà andare. Vendere alle condizioni di Bc Partners significherebbe uscire da "sconfitti" nella trattativa. Nell'ottica cinese è inaccettabile o quasi. Ma lo scenario potrebbe essere ribaltato attraverso altri meccanismi. Ad esempio permettendo a Steven di restare presidente fino a giugno, in modo che un eventuale scudetto sarebbe ancora targato Suning. L'effettivo passaggio della maggioranza, quindi, verrebbe perfezionato solo tra qualche mese, con la stessa Bc Partners che, però, garantirebbe nell'immediato i 200 milioni per coprire tutte le esigenze di cassa. Inoltre, attraverso i cosiddetti "earn-out" potrebbero aggiungere bonus o premi, legati al raggiungimento di obiettivi (sportivi ed economici) che consentano al gruppo di Nanchino di incassare qualcosa di più".

tutte le notizie di