FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

le rivali

Inter-Lazio, Inzaghi: “Rammarico, quel rigore si dà se lo vedi 10 volte non prima”

Il tecnico biancoceleste ha commentato la sconfitta contro i nerazzurri ai microfoni di Skysport

Eva A. Provenzano

Alla fine della partita contro l'Inter, Simone Inzaghi - allenatore della Lazio - ha parlato ai microfoni di Skysport per commentare la prestazione dei suoi giocatori. Queste le parole del tecnico:

-Dove avete perso questa partita?

C'è rammarico perché potevamo ottenere di più. Sapevamo che l'Inter poteva fare la partita che ha fatto. C'è rammarico per il rigore. Abbiamo tenuto bene il campo ma sono stati bravi a difendersi bassi. Ho provato a mettere fisicità, facevamo fatica. 

-Troppo Lukaku? 

Lukaku lo conosciamo. Giocatore di grane fisicità. Lo avevamo provato con Acerbi in quella posizione. Poi l'indisponibilità di Radu ci ha fatto cambiare i piani e Acerbi quando non c'è lui fa il terzo. 

-Era l'unico Acerbi che poteva fermarlo. Quello è stato il punto debole della prestazione... 

Penso che non potevamo rinunciare a giocare, non era il nostro piano partita. Dal momento che non c'era Radu ho dovuto spostare Acerbi. Normale che concedano tutti ad un calciatore così forte. Ha avuto la forza di abbassarsi di sessanta metri e ripartire nonostante la gara con la Juve. Venivamo da un filotto. Siamo amareggiati. Quel rigore se lo rivedi venti volte lo puoi dare. I ragazzi sono amareggiati perché l'arbitro è andato deciso sul dischetto. Si vede la squadra che deve reagire e tenere la testa alta, il rigore è stato approvato. I ragazzi non l'hanno accettato. Vedendolo dieci volte, non come ha fatto Fabbri che lo ha dato subito, con una decisione clamorosa, si poteva dare. Avrei voluto che l'Inter sulla ripartenza avesse segnato, non con quel rigore al 25esimo che ha indirizzato la partita. Ci deve essere rammarico ma andiamo avanti alla prossima partita.

-Perché hai deciso di imporre il tuo gioco?

Volevo tenere lontano dalla porta Lautaro e Lukaku perché più vicino sono troppo pericolosi. Stasera abbiamo approcciato bene la gara, poi dal rigore abbiamo continuato a giocare ma senza la solita lucidità. Quando non trovavamo spazio ho provato ad inserire due punte fisiche per cercare qualche cross.

(Fonte: Skysport)

 

Potresti esserti perso