Coronavirus, Arcuri: “In Lombardia morti 5 volte superiori ai civili della guerra”

Le parole del commissario straordinario nel corso della conferenza stampa di oggi

di Daniele Vitiello, @DanViti

Domenico Arcuri, commissario all’emergenza Coronavirus istituito dal Governo, ha rilasciato alcune importanti dichiarazioni a proposito della pandemia in conferenza stampa: “Tra l’11 giugno 1940 e il primo maggio 1945 – dice – a Milano sono morti sotto i bombardamenti della seconda guerra mondiale 2 mila civili, in 5 anni; in due mesi in Lombardia per il coronavirus sono morte 11.851 civili, 5 volte di più. Dobbiamo agire con cautela e prudenza come in questi mesi – dice Arcuri – è clamorosamente sbagliato comunicare un conflitto tra salute e ripresa economica. Senza salute, la ripresa durerebbe un battito di ciglia, bisogna tenere insieme questi due aspetti. Dobbiamo ripartire ma garantendo la salute e la sicurezza del numero massimo di cittadini possibile. Serve esperienza e intelligenza. Non abbiamo tempo per dibattiti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy