Argentina, Lautaro furioso dopo il cambio: “Non capisco!”. E colpisce una bottiglietta…

Argentina, Lautaro furioso dopo il cambio: “Non capisco!”. E colpisce una bottiglietta…

Non una grande serata per l’attaccante dell’Inter

di Marco Macca, @macca_marco
lautaro in panchina con l'argentina

Non è stata una grandissima serata per Lautaro Martinez. La sua Argentina non è andata oltre l’1-1 nella seconda partita di Copa America contro il Paraguay, complicando così il cammino nella competizione. L’attaccante dell’Inter è rimasto in campo per 67′, prima di essere sostituito da Aguero. Nel corso del primo tempo, il Toro aveva subito una botta nella zona del gluteo sinistro: nulla di grave, dato che Lautaro ha continuato a rimanere in campo fino a quando Scaloni, ct dell’Albiceleste, non ha deciso di mandarlo in panchina.

A quel punto, evidentemente ancora sotto adrenalina, Lautaro non l’ha presa benissimo: in rete, infatti, si sono ben presto diffuse le immagini della sua rabbia, sfogata contro una bottiglietta. Le immagini, inoltre, avrebbero catturato una dichiarazione dello stesso Martinez mentre esclama con veemenza: “Non riesco a capire!“, in merito alla sua perplessità sul cambio. Al termine della partita, comunque, i due hanno preferito smorzare i toni: “Lautaro non stava bene – ha detto Scaloni –, così abbiamo parlato a fine del primo tempo. Ha continuato perché fisicamente è un animale, ma ha ricevuto una forte botta nella zona lombare ed era complicato per lui rimanere in campo“.

Lautaro ha risposto a fine gara: “Abbiamo iniziato tenendo la palla, poi hanno segnato alla prima occasione grazia a un contropiede condotto da Almiron. Abbiamo fatto meglio nel secondo tempo con il paraguay che difendeva e non siamo riusciti a fare il gol del 2-1. Sicuramente abbiamo fatto meglio con il Paraguay che con la Colombia. Potevo continuare. Ovviamente hai sempre voglia di essere in campo, ma l’allenatore è stato attento a valutare il colpo che ho ricevuto nel primo tempo. Nel secondo tempo il Paraguay è calato, ma non siamo riusciti a vincere“. Anche il calciatore dell’Inter ha chiarito quale fosse la sua rabbia quando si è ritirato dal campo di gioco verso i 20 minuti della seconda volta. Uno vuole sempre essere sul campo, ma sappiamo che l’allenatore era anche attento al colpo che avevo avuto nel primo tempo, mi aveva detto in contropiede, sono le sue decisioni” , ha concluso.

(Fonte: infobae.com)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy