Bergomi: “Lavorare sulla testa…dei tifosi. Li conosco, Inter-Empoli 0-0 al 15′ e fischiano. Non fatelo!”

Beppe Bergomi lancia un messaggio ai tifosi dell’Inter

di Redazione1908
Beppe Bergomi firma la maglia dell'Inter

Beppe Bergomi, attraverso le colonne del Corriere della Sera, ha lanciato un messaggio ai tifosi dell’Inter in vista della delicatissima sfida contro l’Empoli di domenica sera: “Sarà determinante la gestione emotiva. Riuscire a tenere sotto controllo ansia, tensioni, paure. Bisognerebbe poter lavorare sulla testa dei tifosi, non solo su quelle dei giocatori che vanno tenuti tranquilli, in questa settimana non devono spendere troppe energie nervose”.

Cosa c’entrano i tifosi?
«Io li conosco bene quelli dell’Inter. Se dopo 15 minuti la squadra non avrà sbloccato la gara cominceranno a mettere pressione, a rumoreggiare. E a questo punto è sicuro che la squadra andrà in difficoltà se non ha in campo giocatori con forte personalità».

Non sembra proprio il caso dell’Inter…
«Appunto. Per questo i tifosi devono stare vicino ai giocatori, aiutarli e incitarli dall’inizio Beppe Bergomi intervistatoalla fine. Quella con l’Empoli è la tipica partita che si può vincere solo se ci sarà un’ unione perfetta tra squadra e tifosi. Magari proprio nel finale come è capitato un anno fa con la Lazio».
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy