FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

copertina

Conte: “Il miglior Eriksen di sempre, che orgoglio! Perisic può essere top da quinto”

Il tecnico nerazzurro ha sottolineato le buone prestazioni di Eriksen e Perisic. Focus anche sulle prossime due partite, che saranno fondamentali per determinare la maturità di questa Inter.

Sabine Bertagna

Antonio Conte ai microfoni di Inter TV ha parlato del suo gruppo che ha sconfitto il Milan: "Sicuramente mi aspettavo una partita difficile contro un avversario forte. Il Milan ha dimostrato di esserlo. Vanno fatto i complimenti a loro per il lavoro che stanno facendo. Sono molto contento per i miei giocatori, è giusto che abbiano questo tipo di soddisfazioni. Il lavoro paga, la partita l'abbiamo preparata con la giusta attenzione. Non era semplice. Sono contento anche per la soddisfazione che abbiamo regalato ai nostri tifosi: ci hanno fatto un'accoglienza da brividi e ci hanno messo addosso una pressione per fortuna positiva. Dedichiamo a loro questa vittoria, sapevamo quanto ci tenevano. Ce la dedichiamo perché è una vittoria d'alta classifica, contro la seconda in classifica. Il fatto di aver vinto ci dà ancora più autostima e consapevolezza nei propri mezzi. Al tempo stesso non devono riposare, nelle prossime due gare daranno veramente il segnale del livello di maturità  di questa squadra." 

"Il gesto alla sostituzione di Eriksen? Ho detto a Christian che per me è stata la sua migliore gara. Ha fatto quello che gli chiedevo, ha giocato da doppio play, si è inserito, è stato veramente bravo nella fase di possesso e non possesso. Ci aspettiamo ancora di più da lui. Il fatto che si sia avvicinato a noi mi riempie di orgoglio perché abbiamo un'altra freccia. Così come Perisic, che è tornato a Milano e si è messo a disposizione in un ruolo dove secondo me è uno specialista. Può diventare uno dei più bravi in quel ruolo. La squadra inizia a riconoscere i momenti della gara. Potevamo fare qualche gol in più, il Milan è partito forte su un calcio d'angolo. Bravo Samir, abbiamo sbandato per 5 minuti ma poi abbiamo ripreso di nuovo le redini in mano. Abbiamo consolidato la vittoria. Mancano 15 partite, per noi dovranno essere 15 finali. Secondo me le prossime due partite ci faranno capire veramente se questa squadra ha fatto uno step importante a livello di arroganza positiva e consapevolezza. Il Genoa sta facendo cose importanti, il Parma ha una classifica che non merita. Queste due partite diranno tanto. Ne riparleremo dopo queste due partite", ha concluso Conte.

tutte le notizie di

Potresti esserti perso