Debiti Inter, non c’è neanche la minima preoccupazione: ecco perché. Quei 487 milioni…

Debiti Inter, non c’è neanche la minima preoccupazione: ecco perché. Quei 487 milioni…

La situazione finanziaria dell’Inter non desta la minima preoccupazione

di Redazione1908

L’Inter sorride per il boom dei ricavi e non si preoccupa per l’ammontare del debito. E’ questo quanto si evince dal bilancio nerazzurro, approvato ieri al termine dell’Assemblea dei soci.

“Nelle prime due stagioni Suning ha pompato nelle casse nerazzurre ben 474 milioni: 142 come aumento di capitale iniziale, altri 105 convertiti in conto capitale e 227 di prestiti (dei 231 totali 4 sono stati rimborsati dall’Inter), di cui 119 nel corso del 2017-18. È tutto quanto equity, cioè soldi freschi che assicurano la continuità aziendale dell’Inter, anche se i 227 milioni di cui sopra risultano come finanziamento fruttifero (pagati finora 11 milioni di interessi). Un equivoco che si risolverà probabilmente una volta che verrà liquidato il 31,05% di Thohir.

Ecco perché non preoccupa l’indebitamento del club: 487 milioni, al netto dei crediti, al 30 giugno 2018, ma quasi la metà sono nei confronti di Suning (pronta a convertirli in qualsiasi momento se dovessero richiederlo i parametri Figc-Uefa) e 292 sono relativi al bond con scadenza nel 2022 al tasso del 4,875%”, spiega oggi la Gazzetta dello Sport.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy