Icardi, in estate l’Inter ha un’altra idea. Fascia tolta? Mauro e Wanda vivono con una convinzione…

L’Inter pensa a trovare uno scambio per il giocatore

di Andrea Della Sala, @dellas8427
Dopo la panchina con la Roma, anche contro la Juve Mauro Icardi dovrebbe partire fuori. Il tecnico dell’Inter Spalletti gli preferirà nuovamente Lautaro Martinez, diventato titolare dopo la degradazione del 13 febbraio.
Come spiega Tuttosport “Quell’episodio ha segnato la fine della parabola nerazzurra di Maurito: nonostante la riabilitazione – figlia della necessità di preservare la qualificazione in Champions – per la società il rapporto non è più ricomponibile. E questo al netto della fatwa pronunciata dalla Curva che, nelle ultime settimane, non ha mancato occasione per insultare l’argentino. Una chiusura che è reciproca: Icardi e Wanda Nara vivono infatti nella convinzione che la decisione di togliergli la fascia sia stata conseguenza di una scelta presa a monte, quella di vendere il centravanti in estate, e oggi – come provano le ultime, strategiche, dichiarazioni della signora – attendono che sia il club a fare il primo passo per avere la prova definitiva del “teorema” orchestrato ai loro danni”. 

“Quanto accaduto negli ultimi mesi non ha aiutato certo chi, ovvero Beppe Marotta, dovrà ora vendere Icardi. Trovare un’offerta anche vicina alla clausola da 110 milioni legata al cartellino è pura utopia: le leggi del mercato sono spietate e, in questo momento, più che i 123 gol segnati con la maglia dell’Inter, contano i due mesi passati sull’Aventino dall’argentino, nonché il suo nuovo status di panchinaro, con parte della tifoseria che non vuole più rivederlo a San Siro. Tutto questo (come se non bastasse) al netto dei rapporti con una parte dello spogliatoio (allenatore compreso) che attendeva scuse mai arrivate. Marotta e Ausilio sono, come spiegato, perfettamente consapevoli della situazione e il direttore sportivo, vista la sua lunga militanza in nerazzurro, ricorda bene che, anche per un Icardi al top, mai sono arrivate offerte degne di essere prese in considerazione. La missione estiva dell’Inter si presenta quindi alquanto complicata e per questo motivo il club da qualche tempo ha iniziato prendere seriamente in considerazione l’opportunità di utilizzare Icardi per arrivare a un altro grande giocatore, magari nell’ambito di un affare che possa anche generare un’importante plusvalenza. In tal senso fa giurisprudenza quanto accaduto nel giugno di un anno fa con Radja Nainggolan: quando il sacrificio di Zaniolo (bilanciato dalla supervalutazione data al cartellino di Santon) permise a Inter e Roma di realizzare un’operazione rivelatasi utile a entrambi i club, anche per ragioni bilancistiche“, riporta il quotidiano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy