Gds – Inter, questo gruppo può adeguarsi all’austerity di Zhang. Vidal? C’era una volta…

L’analisi della Gazzetta dello Sport sulla vittoria dei nerazzurri

di Gianni Pampinella

Il giorno dopo la vittoria contro il Crotone, dalle colonne della Gazzetta dello Sport arriva l’analisi della vittoria dei nerazzurri. Il quotidiano incorona Lautaro, autore di una tripletta: “Nel Dna nerazzurro, a quanto pare, lo squilibrio tra primo e secondo tempo. Era dal 5 dicembre che non segnavano nei primi 45’: ieri ha chiuso sul 2-2 (Lautaro e autogol di Marrone), poi nella ripresa ha dilagato fino al 6-2.

Getty Images

“L’eroe è Lautaro, tre gol e mezzo perché, senza il disgraziato intervento di Marrone, sarebbe stato poker. Un centro per Lukaku (“dentro” tre reti dell’argentino) e uno per Hakimi. Dal 1950-51 l’Inter non ne metteva dentro 40 in 15 giornate. Sì, manca qualcosa, un Hernandez a sinistra, un regista più regista di Brozovic, ma questo gruppo può adeguarsi all’austerity di Zhang. Soprattutto se ritroverà il Sensi vero che crea superiorità e quelle occasioni impreviste che non possono nascere sempre dalle spalle possenti di Lukaku. Un solo bocciato, Vidal, e non è un caso che, uscito lui, sia entrata l’Inter. Non solo per il rigore. C’era una volta un guerriero che non si vede più”.

(Gazzetta dello Sport)

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy