Inter, idee chiare su Pinamonti: cedibile solo se necessario, nessun nuovo caso Zaniolo

Inter, idee chiare su Pinamonti: cedibile solo se necessario, nessun nuovo caso Zaniolo

I nerazzurri crede fortemente nel bomber classe ’99

di Fabio Alampi, @FabioAlampi
Andrea Pinamonti, Mondiale Under 20

Resta ancora da definire il futuro di Andrea Pinamonti: reduce da stagione positiva con la maglia del Frosinone e da un Mondiale Under 20 giocato da protagonista, l’attaccante classe ’99 farà ritorno all’Inter, in attesa di capire se potrà rimanere alla corte di Conte o se verrà nuovamente ceduto in prestito per crescere ulteriormente, ipotesi al momento più probabile. L’unica certezza è che i nerazzurri credono fortemente in lui, e non intendono perderlo: le cose, tuttavia, potrebbero cambiare entro il 30 giugno, quando la dirigenza interista potrebbe avere la necessità di realizzare una nuova plusvalenza. Ma, come sottolinea La Gazzetta dello Sport, l’Inter non ripeterà un nuovo caso Zaniolo: “Un discorso diverso va fatto per Andrea Pinamonti. Il 20enne attaccante si è fatto valere al primo anno di Serie A con il Frosinone (27 presenze e 5 gol) e ha guadagnato ulteriori punti giocando un ottimo Mondiale Under 20, chiuso con 4 gol prima di dare forfeit per l’Europeo Under 21 a causa di un problema al ginocchio. L’Inter crede in lui, ecco perché la prima opzione è un secondo anno di prestito. È pur vero, però, che se in zona 30 giugno ci fosse la necessità di chiudere il discorso plusvalenze e Andrea fosse l’ultima carta in mano, la dirigenza nerazzurra valuterebbe il sacrificio, ma con un asterisco non da poco: l’Inter non vuole ripetere un nuovo caso Zaniolo, quindi l’eventuale cessione di Pinamonti sarebbe accompagnata dalla ricompra“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy