Criscitiello: “Inter, con due mosse andiamo in sede e facciamo dieci minuti di applausi a Marotta”

Criscitiello: “Inter, con due mosse andiamo in sede e facciamo dieci minuti di applausi a Marotta”

Le parole del collega a proposito del mercato dei nerazzurri

di Daniele Vitiello, @DanViti

Nel suo editoriale per TMW, Michele Criscitiello ha parlato degli ultimi sviluppi di mercato che riguardano Inter e Juventus: “Sarebbe dovuta essere la settimana di Fabio, ma è stata quella di Beppe. Dentro Lukaku, fuori Perisic. A giorni chiuderà anche Dzeko e, allora, davvero per essere perfetti in questa sessione estiva di calciomercato servirà prendere una mezzala e non svendere Icardi. Poi andiamo sotto la nuova sede (bella) dell’Inter e facciamo dieci minuti di applausi a Marotta. La battaglia è andata all’Inter, la guerra però non è finita e – come dicevamo – in sette giorni può cambiare tutto. La Juventus si è incartata sulle cessioni. Acquistare è difficile ma cedere lo è di più. Fare sei uscite senza svendere o regalare non sarà facile anche perché il tempo stringe e, come volevasi dimostrare, l’alleato di tutti i club italiani è il 2 settembre come data di chiusura di sessione. Come può recuperare Paratici per vincere la guerra? Non cedendo Dybala all’Inter, prendendo senza strapagare Icardi e piazzando – oltre all’argentino ex Palermo – anche Higuain e Mandzukic. E, se proprio vogliamo, andandosi a prendere Milinkovic Savic a casa Lotito. Non sarà facile. Tutti pensano allo scambio Icardi-Dybala ma – per come si sono messe le cose tra padrino e figlioccio (ex) – ci risulta complicato pensare ad un tavolo tra Inter e Juventus”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy