Inter-Spalletti, svelata la ‘mossa-Icardi’ di Marotta. E c’è una grande novità per il futuro

Inter-Spalletti, svelata la ‘mossa-Icardi’ di Marotta. E c’è una grande novità per il futuro

Ecco come Marotta ha messo Spalletti spalle al muro

di Marco Macca, @macca_marco

Una mossa simile a quella messa in atto contro Icardi che ha posto l’Inter in una posizione di forza. Beppe Marotta, così come nella trattativa per il trasferimento dell’attaccante argentino, poi finito al Paris Saint-Germain, non ha arretrato di un centimetro nei confronti di Luciano Spalletti, che chiedeva circa 5 milioni di euro di buonuscita per accasarsi al Milan. L’amministratore delegato nerazzurro, infatti, si era spinto “per eleganza” a proporre all’ex allenatore dell’Inter 6 mesi di stipendio del contratto ancora in essere, che prevede uno stipendio di 5 milioni netti annui fino al 2021. Di fronte alle resistenze di Luciano, però, Marotta non ha ceduto e, anzi, ha lasciato che, per Spalletti, tramontasse definitivamente la pista Milan, anche a costo di continuare a pagare il suo stipendio.

Questa decisione è stata possibile anche e soprattutto per una mossa messa in atto a giugno dal club nerazzurro, astuto nell’inserire nello scorso bilancio la somma per l’esonero di Spalletti che, dunque, pesa pochissimo attualmente per l’equilibrio finanziario dell’Inter. Tanto è vero che, con quella stessa mossa, la società si è messa in condizione di generare addirittura una sopravvenienza attiva, qualora il tecnico di Certaldo trovasse una sistemazione nei prossimi mesi. Scrive il Corriere dello Sport:

“I soldi da dare all’uomo di Certaldo sono già a bilancio. Poco male. Ripicche. Vuole stare due anni senza allenare? Si accomodi. Troverà una squadra alle condizioni giuste? Meglio ancora. I soldi che risparmieremo diventeranno sopravvenienza attiva”.

(Fonte: Corriere dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy