Inter, Suning si è data tre anni per tornare competitiva in Europa. Domani match point Champions

Una vittoria dell’Inter contro l’Atalanta consentirebbe di vivere il finale di stagione con maggiore serenità

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Dopo la vittoria col Genoa, domani sera l’Inter affronterà una sfida delicata contro l’Atalanta. Una vittoria dei nerazzurri proietterebbe la squadra di Spalletti nella prossima Champions League.

“Il bivio più importante è dietro l’angolo. L’Inter di Steven Zhang, dopo poco più di 5 mesi dall’ascensione alla presidenza del figlio di mister Suning, si gioca il primo match point del progetto nerazzurro. Il club si è dato tre anni per essere di nuovo competitivo a livello internazionale: confermarsi stabilmente in Champions, come ripetuto più volte da Steven e dai dirigenti, è la via che sblocca tutte le tessere del mosaico interista. Ecco perché domani pomeriggio a San Siro contro l’uragano Atalanta i nerazzurri si giocano tanto: c’è la possibilità di staccare il 5° posto di 8 punti e con sole 7 partite ancora da giocare l’Inter si metterebbe in tasca una bella assicurazione sul finale di stagione. Dando alla dirigenza la possibilità di puntare gli altri step della crescita, ovvero l’aumento dei ricavi – anche grazie al nuovo stadio in comune con il Milan –, una gestione tecnica di alto livello, il mercato senza i vincoli Uefa e i giovani di prospettiva da portare subito ad Appiano”, spiega La Gazzetta dello Sport.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy