Italia, Mancini: “Ci servirebbe un attaccante come Icardi. Balotelli? Avrà altre chance ma…”

Italia, Mancini: “Ci servirebbe un attaccante come Icardi. Balotelli? Avrà altre chance ma…”

Il ct azzurro, ieri sera ospite di “Sky calcio club” ha tracciato un primo bilancio e fissato gli obiettivi della Nazionale

di Redazione1908

“Abbiamo bisogno di un centravanti di fiducia, che dia certezze, come lo è Icardi nell’Inter”: parola di Roberto Mancini. Il ct azzurro, ieri sera ospite di “Sky calcio club” ha tracciato un primo bilancio e fissato gli obiettivi della Nazionale. A cominciare dall’attacco: “Immobile e Belotti? li aspettiamo entrambi – le parole di Mancini – Davanti vorrei avere l’imbarazzo della scelta. Immobile ha la mia fiducia, altrimenti non lo avrei convocato. È sempre stato chiamato tranne quando di mezzo c’erano degli infortuni. Alla Lazio fa tanti gol e se li farà in Nazionale non avrà problemi. Idem Belotti, io mi auguro che ce ne possano essere tanti di attaccanti che fanno gol: se giochi bene e poi non segni allora non vinci”.

E Balotelli? “Spero si possa riprendere, a 28 anni è ancora giovane. Ha grandi qualità e dipende tutto da lui. Noi la possibilità gliela abbiamo data e sicuramente gliela ridaremo. Ma deve stare bene”. Nelle ultime due partite Mancini si è affidato ad un tridente “leggero” ch però non ha soddisfatto appieno: “Dei tre davanti che hanno giocato nelle ultime partite è chiaro che Insigne sia quello che può segnare più – ha aggiunto il ct – Chiesa è ancora molto giovane e forse non sente ancora tanto il gol. Bernardeschi già di più, ma ha anche un altro tipo di gioco: è tecnico e veloce, migliorerà e l’istinto della rete arriverà anche per lui. Ovvio è che se troviamo Immobile, Belotti, Zaza, Balotelli, o altri giovani, siamo molto più felici”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy