Joao Mario: “È difficile cambiare, ma alla Lokomotiv mi hanno accolto bene. Sono rimasto…”

Joao Mario: “È difficile cambiare, ma alla Lokomotiv mi hanno accolto bene. Sono rimasto…”

Il portoghese racconta i suoi primi giorni da nuovo giocatore della Lokomotiv

di Gianni Pampinella

Arrivato in prestito dall’Inter, Joao Mario ha raccontato i suoi primi giorni da nuovo giocatore della Lokomotiv Mosca. Il portoghese afferma che si è ambientato con una certa facilità anche grazie all’aiuto dei suoi nuovi compagni di squadra: “È stato bello incontrare compagni di squadra e allenarsi. Sono rimasto sorpreso dall’intensità dell’allenamento. Conosco già la maggior parte dei giocatori perché ho visto due partite. Barinov, Smolov, Eder, mi aiutano tutti durante l’allenamento. Sono contento di come sta andando“, afferma il portoghese al sito ufficiale della Lokomotiv. “Molti ragazzi parlano inglese, un traduttore è presente in ogni sessione di allenamento, quindi la lingua non sarà un problema. L’allenatore (Yuri Semin) ha già chiesto in quale posizione mi piacerebbe giocare, cosa mi aspetto dalla stagione, cosa si aspetta da me. È importante che lui la pensi allo stesso modo. È sempre difficile cambiare il club, ma tutti i ragazzi sono stati gentili con me. Voglio ringraziare tutti“, ha detto Joao Mario.

(fclm.ru)

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy