La Champions può blindare Nainggolan e Skriniar all’Inter. Può non bastare per qualcun altro…

Il futuro di Spalletti potrebbe essere lontano dall’Inter

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Domani sera l’Inter affronterà un’altra sfida importante con l’Atalanta, diventata una diretta concorrente per l’accesso all’Europa. Vincere sarebbe importante per i nerazzurri per tenere a distanza le inseguitrici e per blindare il terzo posto.

“Ma il match point Inter sarà fondamentale anche per chi la sfida con l’Atalanta domani la vivrà direttamente. In panchina, innanzitutto: dietro Luciano Spalletti, che ha altri due anni di contratto, non è mai andata via l’ombra di Antonio Conte. A Luciano basterà prendersi la seconda Champions consecutiva per conservare il posto? Difficile dirlo oggi con assoluta certezza, anche se qualche sfogo del tecnico sembra quasi far pensare all’addio. Di sicuro, però, finire la stagione nei primi quattro posti porterà alla conferma di Nainggolan, l’uomo preso per dare un peso da Champions alla squadra l’estate scorsa, e blinderà Skriniar. Il difensore slovacco è nel mirino di tanti top club d’Europa ma rinnovo e coppa sicura lo farebbero restare di casa a San Siro. Già, il Meazza, uno dei valori aggiunti di questa Inter. Domani contro Gasperini ci saranno 60 mila persone e il pallottoliere degli spettatori stagionali (tra Serie A, Europa e Coppa Italia) salirà oltre quota 1,1 milioni: un patrimonio incredibile. Da far fruttare al massimo facendo crescere i ricavi anche grazie a un nuovo stadio in comune con il Milan: il piano di crescita del presidente Steven Zhang passa anche da qui, entro fine aprile ci sarà l’incontro con il Comune ma il primo pezzo di tutto il mosaico si chiama Champions”, spiega La Gazzetta dello Sport.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy