FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

primo piano

Lautaro, un Toro per il sorpasso: tutti i motivi per essere protagonista stasera

Getty Images

L'Inter, complice il pareggio del Milan, può tornare in testa alla classifica: l'attaccante argentino è carico

Fabio Alampi

Un gol questa sera contro il Cagliari per cancellare il digiuno in Champions League, per trascinare l'Inter in testa alla classifica e non solo: Lautaro Martinez ha voglia di regalarsi una serata da protagonista. I rossoblu di Mazzarri, come scrive il Corriere dello Sport, possono rappresentare l'avversario ideale: "Un Toro per il sorpasso. Il Milan si è fermato a Udine e stasera l'Inter può mettere la freccia prendendosi la vetta solitaria della classifica. Basterà mettere sotto il Cagliari per scavalcare i cugini e, di fatto, prenotare la vetta della classifica. E chissà che i gol per il primato non li firmi appunto Lautaro".

 Getty Images

Cagliari bersaglio preferito

"L'argentino proverà a rifilare la quinta "sberla" ai sardi, dopo le 4 che ha già assestate nei precedenti 6 incroci. Tra cui il suo primo gol italiano in assoluto. [...] L'argentino avrà motivazioni speciali, dopo la scena muta con il Real Madrid. Non una novità in Champions, essendo ancora a secco. La consolazione è che potrà riprovarci in primavera, grazie alla qualificazione agli ottavi. Nel frattempo, la serie A continuerà ad essere il suo terreno di caccia preferito, a cominciare appunto dal Cagliari".

 Getty Images

I numeri della riscossa

"Finora il "Toro" ha fatto centro 8 volte, una in meno rispetto allo scorso campionato, dopo 16 giornate. Allora, però, non aveva perso nemmeno una partita, stavolta invece è rimasto a guardare in 2 occasioni. La sensazione, comunque, è che potesse fare anche di più, "capitalizzando" sia le maggiori responsabilità dopo l'addio di Lukaku sia il nuovo contratto da 6,2 milioni a stagione, che lo pone al top degli ingaggi nella rosa, ad esclusione di chi (Sanchez, Vidal ed Eriksen) beneficia del decreto crescita.  In realtà, l'argentino ha pagato un periodo di scarsa vena a cavallo della seconda e della terza sosta del campionato. E' rimasto a secco per 7 partite, steccando sonoramente con la Juventus e fallendo il rigore con il Milan. Poi è ripartito alla grande, mettendo la sua firma sul fondamentale successo con il Napoli, andando a segno anche con Venezia e Spezia, per poi doversi fermare obbligatoriamente con la Roma. Ora è pronto alla doppia incornata: al Cagliari e al Milan".

tutte le notizie di