Mancini: “Tornato all’Inter per amore, forse dovevo avere più pazienza. Ma…”

Mancini: “Tornato all’Inter per amore, forse dovevo avere più pazienza. Ma…”

L’ex allenatore nerazzurro ha parlato del suo addio al club ed è tornato anche sulla questione Balotelli

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano
Il Ct della Nazionale italiana, Roberto Mancini, ha parlato della sua Italia, ma è tornato anche sull’addio all’Inter e sul suo rapporto con Mario Balotelli: «Kean non ha spazio nella Juve. In qualcosa ricorda anche Mario nei colpi ma c’è una differenza da non sottovalutare: io ho fatto giocare Balotelli a 17 anni nell’Inter e lui ha segnato gol decisivi, gol da scudetto. A 19-20 anni aveva un centinaio di presenze in serie A. Difficilmente Kean può fare adesso questa esperienza, però io ci credo tanto. Con Balotelli ho fatto il possibile, spero sempre che succeda qualcosa. Tornerà in Nazionale solo se lo merita. Da giovane mi ha dato tanto, sia all’Inter che a Manchester. Negli ultimi mesi davvero poco». 
Sul campionato italiano mister Mancio ha detto: «La Roma ha giovani di prospettiva, il Napoli gioca benissimo, il Milan deve azzeccare almeno tre acquisti. L’Inter mi sembra la rivale più pronta, come struttura e come capacità di investimenti. Se io sono scappato troppo presto? Sono tornato a Milano per amore e per riconoscenza. Non ho rimpianti, forse ci voleva più pazienza ma le scelte vanno fatte sul momento e io decisi di mollare. Guardo avanti».
(Fonte: Corriere dello Sport, 02-01-2019)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy