Marotta-Zhang, piano alla CR7 per Modric: “L’Inter è ambiziosa: c’è un altro obiettivo”

I nerazzurri dovranno agire con cautela

di Marco Macca, @macca_marco

Quella per arrivare a Modric, per l’Inter, sarà una strada comunque lunga e tortuosa, soprattutto dal punto di vista politico. Perché i nerazzurri, per non rischiare di indispettire nuovamente Florentino Perez, dovranno agire in un vero e proprio campo minato, come scritto dalla Gazzetta dello Sport. Beppe Marotta (testimone dell’operazione CR7) e Steven Zhang ne sono consapevoli. Scrive la rosea:

I vertici interisti non intendono indispettire Florentino Perez, il presidente galactico che in estate ha mosso mari e monti per tenersi stretto il suo ultimo Pallone d’Oro ed imporre le ragioni del club più titolato al mondo. Quell’esposto alla Fifa pesa ancora (…). Ma quest’Inter ambiziosa ci tiene ad entrare nei salotti che contano del calcio europeo senza rompere la cristalleria. L’obiettivo è quello d’intrattenere relazioni più che amichevoli con le grandi: e il Real Madrid sotto questo profilo evidentemente è al top. Dal punto di vista diplomatico, insomma, questa è una partita delicatissima (…). Assicurarsi Modric significa dare al centrocampo un numero uno, ma la crescita del club deve rispettare anche logiche più ampie. Il presidente Steven Zhang ne è consapevole. E anche all’a.d. Beppe Marotta questo aspetto è particolarmente caro. Del resto è buon testimone delle difficoltà incontrate per strappare Cristiano Ronaldo proprio a Perez. Anche la Juventus ha lavorato sotto traccia per evitare pericolose fibrillazioni con la Casa Blanca. E dire che in quel caso la Grande Operazione bianconera è partita con un vantaggio considerevole: il patto sottoscritto tra il talento di Funchal ed il numero uno madridista per quella clausola liberatoria da 100 milioni di euro. Forte di quell’impegno, ormai lo sanno tutti, è stato l’agente del portoghese (Jorge Mendes) a gestire in prima persona il dialogo con gli spagnoli. Lo stesso Andrea Agnelli in quel caso è rimasto in penombra sino alla fine (…)“.

(Fonte: la Gazzetta dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy