Mattioli (Lo Spallino) a FCIN1908: “Spal malata, Semplici giocherà così. Scudetto, l’Inter c’è”

Mattioli (Lo Spallino) a FCIN1908: “Spal malata, Semplici giocherà così. Scudetto, l’Inter c’è”

Le parole del collega in vista della sfida di domani

di Marco Astori, @MarcoAstori_
Lautaro in Inter-Spal

Sulla scia dell’entusiasmo dopo l’incredibile vittoria di Praga, l’Inter ospita domani al Meazza la Spal di Leonardo Semplici, che al momento occupa la penultima posizione della classifica del campionato. Antonio Conte ha chiesto massima attenzione in vista di questa gara e di non sottovalutarla. FcInter1908 ha contattato Francesco Mattioli, collega de Lo Spallino, per qualche indicazione in vista della gara di domani.

La Spal non ha cominciato bene la stagione, ma nelle ultime due ha collezionato due pareggi: come arriva a San Siro domenica?
La SPAL arriva a San Siro per affrontare l’Inter come un malato convalescente: i due pareggi consecutivi con Udinese prima e Genoa poi hanno interrotto l’emorragia di risultati e mosso un po’ la classifica, abbastanza per rimanere agganciati al treno delle squadre che lottano per la salvezza, però non hanno dato segnali positivi per quanto riguarda la pericolosità offensiva. La SPAL fa davvero molta fatica a impensierire le difese avversarie, soprattutto in trasferta.

A cosa è dovuto l’inizio negativo della squadra?
Credo che l’inizio negativo sia dovuto in particolare a tre aspetti. Le partenze di pedine importanti durante la sessione estiva di calciomercato, le qualità di calciatori come Lazzari e Bonifazi mancano parecchio. I nuovi acquisti per il momento non hanno dato sufficienti garanzie, il budget ridotto ha influenzato parecchio perché ha limitato molto lo spazio di manovra di Vagnati. E gli infortuni: gli stop di Fares – che poteva essere il cavallo si cui puntare per la stagione, assieme a Petagna – D’Alessandro e Di Francesco hanno ridotto le scelte a disposizione di Semplici.

Come pensi che Semplici preparerà la gara con l’Inter? Come la vorrà affrontare?
Con la solita attenzione tattica. Penso che proverà a limitare i danni, aspettando l’Inter con il baricentro basso e facendo densità davanti alla propria area di rigore, provando a colpire di rimessa. Petagna – al solito – sarà fondamentale per dare respiro alla squadra.

C’è già qualche indicazione sulla formazione?
Tornano Cionek e Tomovic dalle squalifiche quindi potremmo rivedere la difesa a tre. A centrocampo non ci sarà Missiroli, diffidato, spazio a Murgia con Valdifiori confermato in cabina di regia. Di Francesco dovrà star fermo ancora per un paio di settimane dopo il nuovo infortunio patito contro il Genoa, credo che sarà Floccari a ricoprire il ruolo di seconda punta.

E’ testa a testa Inter-Juventus per lo scudetto: pensi che la squadra di Conte possa farcela?
Penso che la Juve abbia ancora qualche lunghezza di vantaggio perché può contare su una rosa più profonda: Sarri può permettersi cambi in corso d’opera che altri allenatori si sognano soltanto di poter fare nel corso dei 90′. Ma l’Inter starà lì fino alla fine, sicuro. E renderà la corsa scudetto appassionante e infuocata fino alla fine del campionato. Ci divertiremo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy