Meazza, se sarà abbattuto serviranno 235 giorni. Ecco nel dettaglio come sarebbe smantellato

Meazza, se sarà abbattuto serviranno 235 giorni. Ecco nel dettaglio come sarebbe smantellato

La partita è ancora aperta tra Milan e Inter che vogliono un nuovo impianto e il sindaco Sala che pensa alla ristrutturazione

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

Non è ancora certo, la battaglia diplomatica è aperta. Entro il 10 ottobre però il Comune dovrà pronunciarsi sulla costruzione del nuovo impianto proposto da Milan e Inter e sull’abbattimento del Meazza. Il sindaco Sala è ancora propenso alla ristrutturazione, ma se il Consiglio sceglierà uno dei due progetti proposti dai due club il caro vecchio San Siro sarà abbattuto in 235 giorni e sarà un lavoro davvero difficile da portare a termine. Sparirà per primo il primo anello, poi il secondo, infine il terzo, fino ad arrivare a cancellare le fondazioni dello storico impianto milanese.

Un lavoro immane per portare in discarica 125mila metri cubi di calcestruzzo, 8.800 tonnellate di ferro delle armature e 20mila tonnellate di copertura metallica. Serviranno circa 11mila viaggi di Tir per smantellare tutto. La polvere che si solleverà verrà attutita con lance nebulatrici e il passaggio più delicato sarà proprio quella di completare la copertura metallica con un sistema idraulico“, si legge sul Corriere della Sera.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy