FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

primo piano

Pandev: “Inter, Triplete il regalo a Moratti e tifosi. Mourinho? Ci è dispiaciuto che…”

Le parole di Pandev

Matteo Pifferi

Presente a Premium Sport per la serata di Champions League, Goran Pandev è tornato a parlare della vittoria dell'Inter contro il Bayern Monaco, definita proprio dalla rete del macedone a tempo quasi scaduto:

"Quella sera abbiamo fatto una grande partita. All'andata avevamo perso in casa nostra, in Germania abbiamo subito fatto gol ma poi siamo andati sotto 2-1 con Ranocchia che ha salvato un quasi gol con la palla finita sul palo. Poi nel secondo tempo abbiamo pareggiato, ci abbiamo creduto fino alla fine e poi è arrivato il mio gol, la ciliegina sulla torta. Nessuno credeva che avevamo superato il turno perché il Bayern era considerato davvero fortissimo".

TRIPLETE - "Quell'anno abbiamo meritato davvero di vincere tutto, ci siamo confrontati con squadre fortissime come Chelsea e Barcellona e siamo arrivati in finale contro il Bayern Monaco. Mourinho ed Eto'o dicevano che queste partite andavano vinte, alla fine abbiamo vinto e siamo tornati a Milano e andati a San Siro pieno di gente, un'atmosfera bellissima. Ci è dispiaciuto che Mourinho sia andato via, ma lo sapevamo già da prima. Ma in quel momento avevamo solo in mente di vincere per fare felici i nostri tifosi e il presidente Massimo Moratti, che ci è sempre stato vicino: è stato un bel regalo di tutti noi".

Intervenuto a Premium nel post-partita, Pandev ribadisce il concetto, rispondendo così alla domanda sul significato di vincere la Champions: "Rimane per tutta la vita, vincere la Champions è un sogno per ogni giocatore. Vincerla con questa maglia dopo tanti anni e fare felici i tifosi e il presidente Moratti è ancora più speciale. Rimarrà nel mio cuore e nella mia testa per tutta la vita".

RICORDI - "Quando siamo tornato a Milano, vedere San Siro pieno era un'emozione incredibile. Ci dispiaceva per il mister che non era tornato con noi, sapevamo sarebbe andato via, ma era fondamentale per noi, per la società e alla fine l'abbiamo portata a casa, siamo felicissimi".

tutte le notizie di