Stadio chiuso, l’Inter prova a risarcire gli abbonati: iniziativa speciale per la gara con la Lazio

Nuova iniziativa dell’Inter che cerca di accontentare i tifosi abbonati che rimarranno fuori domani sera

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Domani sera San Siro non sarà del tutto vuoto per Inter-Sassuolo. Presenti allo stadio ci saranno 11mila bambini che proveranno a spingere i nerazzurri verso la vittoria. A riempire il primo anello arancio ci saranno i ragazzi delle scuole calcio, i tesserati del Csi e alcuni istituti scolastici selezionati.

“L’ultimo pezzo di stadio sarà invece riempito dalla coreografia speciale sul tema razzismo che l’Inter ha pensato per l’occasione e che sarà svelata proprio oggi: al lavoro, ormai da giorni, gli uomini marketing del club e la stessa agenzia di comunicazione che la scorsa estate lanciò la campagna abbonamenti con lo slogan «A riveder le stelle». L’Inter ha poi deciso di andare incontro ai tifosi che sono stati costretti a rinunciare alla partita a causa della squalifica. A chi aveva già acquistato il biglietto di Inter-Sassuolo già nei giorni scorsi il club aveva garantito il rimborso. Ma ieri la società ha voluto fare un assist anche gli abbonati di campionato, di fatto rimasti senza una partita. E così è stata concessa una sorta di «rimborso virtuale» anche per loro: i tesserati potranno entrare a San Siro per Inter-Lazio di Coppa Italia pagando solo 5 euro, di fatto un risarcimento danni per chi i danni, quella sera del 26 dicembre in Inter-Napoli, non li ha compiuti. Va infatti ricordato che per la partita con la Lazio, in programma giovedì 31, resterà squalificato il secondo anello verde. In fondo la linea dell’Inter, dopo lo stop del giudice sportivo, è sempre stata chiara. Fin dal primo giorno, per motivi politici e di opportunità, la società non è mai stata convinta di fare ricorso, pur sapendo che ci sarebbero state anche delle possibilità di successo, in rapporto ad altre situazioni simili del passato. E così, pur non condividendo in toto la sentenza del Giudice Sportivo sui buu indirizzati a Koulibaly, il club ha deciso di passare oltre. L’idea della campagna antirazzismo che sarà lanciata oggi e che durerà a lungo è la prima risposta, il «rimborso» ai tifosi (abbonati e non) è la seconda. Non l’ultima”, si legge su La Gazzetta dello Sport.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy