Stramaccioni: “Inter, un aneddoto su Moratti. Cassano? Non cambio la mia opinione, ha…”

Stramaccioni: “Inter, un aneddoto su Moratti. Cassano? Non cambio la mia opinione, ha…”

Le parole dell’ex tecnico nerazzurro

di Marco Astori, @MarcoAstori_

Intervenuto ai microfoni di GianucaDiMarzio.com, il nuovo tecnico dell’Esteghlal Andrea Stramaccioni ha ricordato così i momenti più belli passati nella sua breve esperienza all’Inter: “Ricordo il primo allenamento alla Pinetina, qualcosa di indelebile, lo porterò sempre nel cuore. Moratti, suo figlio, Branca e Ausilio mi aspettavano nello studio. Il presidente aveva un blocco di carta e una penna, mi chiese di scrivere come avrei fatto giocare l’Inter. Si convinse così. Snejider, Milito, Zanetti, Julio Cesar, Maicon. Calciatori strepitosi, ragazzi fantastici, campioni che mi hanno aiutato a diventare un professionista. Ho un ottimo rapporto con ognuno di loro, ma anche con Stankovic, Chivu, Cambiasso, Samuel, Cordoba e tutti gli altri. Cassano? Non cambio la mia opinione tecnica su Antonio. Ha un talento incredibile, degno dei più forti giocatori del mondo, l’ho voluto io fortemente all’Inter. Oggi ha una bellissima famiglia e mi dispiace che non giochi più, ma di tutto il resto non mi interessa parlarne. Le partite più belle sono state quella contro la Juventus all’Allianz (3-1 per i nerazzurri ndr) e i 2 derby. Resta l’amarezza per i moltissimi infortuni della seconda parte di stagione (il ginocchio Milito e Samuel, la caviglia di Stankovic e il tendine d’Achille di Zanetti), la sconfitta a San Siro contro la Lazio e la semifinale di Coppa Italia persa contro la Roma”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy