Zanetti: “Rapid? Non ci sono gare semplici. Icardi, rinnovo al momento giusto. Nedved…”

Zanetti: “Rapid? Non ci sono gare semplici. Icardi, rinnovo al momento giusto. Nedved…”

Il vicepresidente nerazzurro ha commentato il risultato dei sorteggi di EL che vedrà Spalletti e i suoi affrontare ai sedicesimi

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

L’urna di Nyon ha parlato e la prima rivale dell’Inter in Europa League, ai sedicesimi, sarà il Rapid Vienna .

Dopo il sorteggio, ai microfoni di Skysport, il vicepresidente del club interista, Javier Zanetti ha commentato il verdetto e questo è quanto ha detto:

-D’accordo che il sorteggio sia semplice? 

Devo dire che ci è andata bene, ma sappiamo che non ci sono gare semplici, bisognerà vedere come staremo a febbraio ma abbiamo fiducia di poter essere protagonisti in questa competizione. 

-Si può risentire mentalmente il passaggio dalla CL all’Europa League? Meglio il Rapid Vienna per la distanza?

Quando trovi squadre con il viaggio più vicino è meglio perché giocare di giovedì è semplice. Per la Champions dispiace, dobbiamo confrontarci con questa realtà ora, confrontarci con queste gare, è una competizione prestigiosa e vogliamo essere protagonisti. 

-Il rinnovo sarà diventato realtà per febbraio: vi è dato fastidio il tweet dell’agente? 

Icardi noi lo vediamo tutta la settimana, è contentissimo è sereno e tranquillo e c’è un grande rapporto con la società, e la sua agente, aspettiamo il momento giusto, siamo contenti che lui sia il nostro capitano, punto di riferimento, e di quello che sta facendo perché sta facendo bene. 

-Nedved e le parole su Marotta? 

Non sono io quello che devo rispondere, non so sinceramente perché ha fatto questa uscita e non mi interessa neanche. 

-Far vedere ai giocatori la vittoria in Coppa Uefa nel ’98 può essere utile in cui tu hai pure segnato? 

Sì, ho segnato anche io in quella finale e non mi capitava così spesso, sono bei ricordi. L’Europa League è una competizione prestigiosa, sono tutte squadre difficili. Vincere un trofeo del genere è un prestigio per la società, l’affronteremo nel migliore dei modi, la squadra credo possa essere protagonista e speriamo si possa arrivare fino in fondo. 

-In CL eliminati per differenza reti. Questo ha dato consapevolezza alla squadra e l’ho ferita di più?

Sì, dispiace per l’occasione mancata, sapevamo che era un gruppo difficile nel momento dei sorteggi, ma potevamo qualificarci e resta il rammarico e ci dispiace. La nostra squadra però può essere competitiva e lo ha dimostrato. Dobbiamo quindi avere in EL un ruolo da protagonisti, è una competizione di prestigio ed è importante sempre vincere un trofeo. 

-Il mercato di gennaio: secondo lei ha bisogno di rinforzi la squadra? 

La squadra è competitiva così, l’area sportiva con noi farà valutazioni e se ci sono delle opportunità per rafforzare la squadra avremo un occhio di riguardo.

(Fonte: SS24)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy