Applausi anche dalla Boldrini: “Il calcio non è la mia passione, ma oggi tifo Candreva”

La deputata ha sottolineato la bellezza del gesto del calciatore

di Redazione1908

Antonio Candreva si è reso protagonista di un gesto molto bello. Dopo aver appreso la notizia della bambina che a Minerbe (Verona) era stata costretta a mangiare tonno e cracker perché non in regola con i buoni pasto, il giocatore dell’Inter si è offerto di pagare quanto richiesto dalla scuola. Non solo per quella bambina ma per tutti e 30 i bimbi non in regola. Anche Laura Boldrini, deputata, ha commentato il gesto sui social: “Non doveva pensarci un calciatore a pagare la retta della ragazzina di Minerbe ma, purtroppo, esistono amministratori così squallidi che impediscono ai bambini di mangiare le stesse cose a mensa. Il calcio non è la mia passione più grande ma io, oggi, tifo Candreva”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy