Ancelotti: “Partita giocata con serietà. Spalletti? L’eventualità esonero fa parte del mestiere”

L’analisi dell’allenatore del Napoli sul match contro l’Inter

di Marco Macca, @macca_marco
L'allenatore del Napoli Carlo Ancelotti

Un grande Napoli ha giocato giustamente al massimo contro l’Inter, seppellendo i nerazzurri di Spalletti con quattro gol e dando una grande risposta al proprio pubblico nell’ultima al San Paolo della stagione. La squadra di Ancelotti, messa a confronto con gli avversari, sembrava quella con più motivazioni, un aspetto che dovrebbe far riflettere in casa Inter. L’allenatore azzurro ha commentato il match ai microfoni di Sky Sport:

FUTURO ALLENATORI – “Lavoro più difficile per un allenatore con l’eventualità di un sostituto? No, perché non c’è mai la certezza matematica, l’allenatore è sempre l’ultimo a sapere le cose. Per noi allenatori conta solo ed esclusivamente il risultato, diventa difficile programmare. Ma lo sappiamo, siamo pagati anche per quello. Io ho sofferto molto di più gli esoneri dal Parma e dalla Juventus, ora ci ho fatto il callo. Poi iniziano nuove avventure. Io qui sto benissimo, sono legato al Napoli ancora per due anni e sono felice di esserlo“.

PARTITA – “La partita di oggi dimostra che abbiamo enormi qualità in mezzo al campo, ma lo abbiamo mostrato anche in altre occasioni. Abbiamo chiuso bene a casa nostra e questo dimostra la professionalità e la serietà dei giocatori. Questa squadra mi ha dato grandi segnali, anche se siamo mancati in continuità. Infortuni e distacco dalla Juventus ci hanno condizionato e fatto perdere delle qualità che ora stiamo ritrovando. Dove si può migliorare? Nella pressione offensiva, anche rischiando qualcosa. Questo ci dà vantaggi, dato che facciamo più fatica a difendere nella nostra metà campo. Oggi lo abbiamo fatto contro una squadra che palleggia bene da dietro“.

CALCIO ITALIANO – “Non dobbiamo perdere le nostre peculiarità: trovare la giusta intensità è difficile, perché le nostre difese sono sempre molto attente. Per migliorare non dobbiamo perdere le nostre peculiarità, che sono nella fase difensiva. Il risultato conta anche all’estero“.

(Fonte: Sky Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy