Boninsegna: “La lattina? Avevo un bernoccolo, mi arrivò addosso di tutto. L’Inter di oggi…”

L’episodio raccontato dall’ex nerazzurro

di Marco Astori, @MarcoAstori_

Intervenuto ai microfoni di Sky Sport, Roberto Boninsegna, ex centravanti dell’Inter, è tornato sul celeberrimo episodio della lattina nel 1971 contro il Borussia Monchengladbach: “Stavamo perdendo 2-1, avevo appena fatto gol. Andai a raccogliere una palla che era uscita. Mi arrivò addosso di tutto, eravamo in un campaccio: nel girarmi sentii una botta in testa e svenni. Mi portarono negli spogliatoi ed arrivò il commissario francese che appurò che avevo un bernoccolo e mi sconsigliò di tornare a giocare, dicendo che era tutto vero. Negli spogliatoi sentivo che il pubblico esplodeva per i gol, ma poi Mazzola, Facchetti e Corso mi dissero che la partita per l’arbitro era finita quando era successo il fattaccio. Speravamo che ce la dessero 3-0, poi fu rifatta a Berlino in campo neutro. Poi io fui criticato da Heynckes, non ha ancora digerito i 4 gol presi a San Siro. Io non ho mai fatto scene, quando cadevo in area era rigore.

Io sono contentissimo della coppia dell’Inter. Lukaku e Lautaro sono due grandissimi giocatori che si compensano e sopperiscono alle incertezze. E’ una coppia perfetta, l’Inter deve supportarli con un centrocampo a cui manca qualcosa: sono arrivati giocatori interessanti però. Deve correggere la difesa, nel derby mi ha fatto paura. Speriamo rientrino Skriniar e Bastoni o magari in un nuovo acquisto dopo aver perso Godin“, ha concluso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy