Carrick: “Di Canio? Difficile da gestire, ecco cosa fece una volta. Mourinho e Ferguson…”

Alcuni stralci della lunga intervista che l’ex centrocampista ha rilasciato a Four Four Two

di Gianni Pampinella

José Mourinho, Alex Ferguson, Paolo Di Canio. Sono tanti i temi trattati da Michael Carrick in una lunga intervista rilasciata alla rivista Four Four Two. L’ex centrocampista è stato compagno di squadra di Di Canio per tre stagioni quando entrambi militavano nel West Ham: “Paolo andava su e giù tutto il tempo. Avrebbe fatto qualcosa di incredibile sul campo in qualsiasi momento, come quel gol contro il Wimbledon a Upton Park, ma era anche estremamente difficile da gestire per gli allenatori. Ero seduto in panchina in una partita quando Paolo si è seduto dentro il campo e ha detto a Harry Redknapp: “Portami via, non voglio giocare più”, perché era arrabbiato con l’arbitro. Harry lo ha implorato di andare avanti e alla fine si è alzato e ha segnato“. Appesi gli scarpini al chiodo, Carrick è entrato a far parte dello staff di José Mourinho, l’ex giocatore racconta com’è stato lavorare con lo Special One: “Ho imparato molto da lui. Sto scoprendo che cosa devono gestire gli allenatore dietro le quinte. È stata una straordinaria opportunità per me. E’stato speciale perché mi ha dato questa possibilità, non potevo chiedere altro“. E le differenze tra l’allenatore portoghese e Sir Alex Ferguson? “Non è giusto confrontarli perché sono così diversi. Due persone molto diverse, due stili diversi e sono entrambi in quel gruppo di migliori allenatori degli ultimi 20 o 30 anni“.

(FourFourTwo)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy