CdS – Inter, delusione Icardi: ma la fascia non c’entra. I numeri dicono che…

Il quotidiano ha analizzato i numeri della stagione di Icardi

di Marco Macca, @macca_marco

Al di là del caso fascia, quella fin qui disputata, a livello di numeri, non è stata certo la stagione migliore della carriera di Icardi. A confermarlo è l’edizione odierna del Corriere dello Sport, che sottolinea come l’andamento (soprattutto in campionato) dell’attaccante dell’Inter non sia stato proprio costante:

Doveva essere la stagione del tanto atteso debutto in Champions. Invece, per Icardi, si è rivelata l’annata più controversa e, per certi versi, deludente della sua carriera. Già perché, da un lato, ha dimostrato di poter reggere alla grande il palcoscenico europeo: 4 centri in 6 dare, tra cui quelli a Tottenham e Barcellona. Dall’altro, invece, il suo rendimento in serie A ha avuto dei vuoti che mia prima d’ora aveva mai accusato. E, per intendersi, ben prima che scoppiasse il caso della fascia da capitano. Tanto per cominciare, il suo primo gol in campionato è arrivato soltanto alla 6ª giornata, contro la Fiorentina. Da lì in poi, però, il suo ritmo è stato costante, tanto che al 16° turno aveva messo insieme 9 centri. In quel momento, ovvero dal sigillo all’Udinese, qualcosa si è inceppato e Maurito è rimasto a secco addirittura 7 giornate. E il 13 febbraio ecco la “decapitanizzazione” e, conseguentemente, l’infiammazione al ginocchio destro divenuta all’improvviso insopportabile. Icardi è tornato soltanto il 3 aprile, contro il Genoa, segnando subito, ancora dischetto: una costante in questa annata, visto che dei suoi 16 gol, ben 6 sono stati rigori. Tanto che l’ultimo gol “diverso” è l’incornata su corner contro la Roma: era il 2 dicembre…“, conclude il quotidiano.

(Fonte: Corriere dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy