Cedric: “All’Inter mi sento a casa, che atmosfera a San Siro. Ammiravo Ronaldo e Ronaldinho”

Il terzino dell’Inter ha parlato del suo ambientamento a Milano

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Nel match day programme dell’Inter è stato anche intervistato il terzino nerazzurro, arrivato a gennaio dal Southampton, Cedric Soares. Ecco le sue dichiarazioni sull’ambientamento in Italia e sulle sue passioni: “Qui mi sento a casa, come in una seconda famiglia. Passiamo più tempo con il Club che altrove ed è normale avere un bellissimo rapporto con i compagni, con lo staff, con tutte le persone che fanno parte del mondo nerazzurro. Del resto siamo Brothers of the world.

Milano città davvero magnifica. C’è un’atmosfera fantastica allo stadio e quando vedi i tifosi, senti l’inno ed entri in campo per il riscaldamento è come se volessi dare di più per loro. 

Sembrerà strano ma adoro giocare a calcio con i miei amici. Lo si fa, ovviamente, in un modo diverso rispetto a quando ci si allena e ci si prepara per i match ufficiali, ma lo trovo comunque molto rilassante. Mi piace anche il tennis, ma non chiedetemi di scegliere tra Federer e Nadal. 

Ho iniziato centrocampista offensivo, anche perché guardavo sempre i brasiliani con il numero 10 sulle spalle. In particolare Ronaldo e Ronaldinho per il loro modo allegro di giocare a pallone.

Non ho mai suonato seriamente. Quando avevo 5-6 anni strimpellavo, ma poi ho lasciato. Ho amato Interstellar e adoro Homeland e Prison Break”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy