Compagnoni: “Icardi-Nainggolan, l’intesa arriverà al top. L’Inter e il Milan…”

Compagnoni: “Icardi-Nainggolan, l’intesa arriverà al top. L’Inter e il Milan…”

Il giornalista di Skysport ha parlato del derby, di come le due milanesi arriveranno alla gara e del confronto Icardi-Higuain

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

Sarà Maurizio Compagnoni a commentare il derby di Milano e questa sera su Skysport ha parlato di come ci arrivano Inter e Milan: «Hanno entrambi da guadagnare e da perdere, arrivano entrambi bene a questa gara. Il risultato non inciderà sulla classifica però è un derby che ci dirà quale delle due squadre è più avanti».

-L’Inter poi incontra il Barcellona in Champions… 

Sicuramente questa partita darà molto su entusiasmo e dal punto di vista della crescita. Chi vince e se vince bene avrà un entusiasmo particolare.  

-Da chi ti aspetti lo spettacolo nel Milan? 

Suso e Higuain fanno la differenza nel Milan, ma ci sono anche giocatori particolari che poi decidono il derby. Ho visto Kessie devastante con il Sassuolo. Sono diversi i giocatori che possono erigersi a protagonisti nelle due squadre. 

-Spalletti deve lavorare di più su Nainggolan-Icardi? 

Sì, può migliorare. Ma già spesso si cercano e si trovano. Serve tempo perché l’intesa arrivi al top. E’ un asse intrigante. Icardi sta crescendo anche dal punto di vista del movimento senza palla, Nainggolan sa attaccare gli spazi ed è un asse che può finanziare. Perisic ha bisogno di essere più continuo perché potenzialmente è formidabile e a volte passano settimane che sembra mettersi da parte, poi ritorna all’improvviso. Nel suo ruolo è uno dei migliori al mondo, ma deve essere più continuo. 

-Tra Icardi e Higuain?

Higuain ha ancora qualcosa di più. E’ un uomo che ha fatto grandi cose ovunque è andato. E’ più completo. Ma Icardi sta crescendo molto. Ecco perché anche se c’è differenza poca penso che Higuain sia più forte ora, ma Mauro ha le potenzialità anche per superarlo. Con il PSV Icardi si è caricato sulle spalle la squadra. 

-Spalletti e Gattuso: cosa ti piace?

Sono accomunati da una caratteristica, fanno un calcio propositivo, prendono l’iniziativa e per questo non mi aspetto un derby bloccato. Gattuso lo stiamo conoscendo ora e Spalletti lo conosciamo da più tempo: non pensavo che Gattuso bruciasse le tappe. 

(Fonte: SS24)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy