Conte in questi mesi ha divorato partite dell’Inter: e ha già una richiesta per Lautaro

Conte in questi mesi ha divorato partite dell’Inter: e ha già una richiesta per Lautaro

Conte ha un piano per Lautaro

di Marco Macca, @macca_marco
conte in panchina con il chelsea

 

Con l’accordo con l‘Inter ormai all’orizzonte, Antonio Conte si è subito piazzato davanti alla tv per divorare partite dei nerazzurri e studiare per bene quella che poi sarebbe stata la rosa a sua disposizione. Chi conosce bene Conte non ha dubbi sul fatto che l’ex ct sia arrivato a Milano con le idee già chiarissime sul da farsi. E, in attesa di capire come si evolverà il mercato, il nuovo tecnico interista sembra avere già un piano per chi sarà una certezza della sua squadra: Lautaro Martinez. Come riportato dal Corriere dello Sport, infatti, Conte chiederà cose precise all’attaccante argentino:

Conte lo conosce (Lautaro, ndr) bene perché nel suo anno senza panchina ha “divorato” calcio in tv e, soprattutto nel finale di stagione, si è focalizzato sulle gare degli uomini di Spalletti. Di Lautaro ha memorizzato pregi e difetti e lo ritiene un elemento importante nel suo 3-5-2 perché ha capito che possiede delle qualità “vere”. Deve soltanto mettergli addosso quella grinta in fase di non possesso che l’ex allenatore del Chelsea pretende anche dalle sue punte, i primi difensori quando la palla è tra i piedi degli avversari. Di certo, però, a poco meno di un anno dal suo sbarco sul pianeta interista, Martinez ha completamente ribaltato le gerarchie. Immaginare la scorsa estate lui al centro del progetto e Icardi emarginato sarebbe stata una follia e invece, con l’amico di fatto fuori dall’Inter, Lautaro è considerato un punto fermo, un investimento azzeccato visto che il suo valore (è stato pagato poco più di 20 milioni considerate le tasse e le commissioni) è raddoppiato. Il prossimo passo che Conte gli chiederà è quello di diventare più incisivo in zona rete perché un attaccante dell’Inter, con 35 presenze all’attivo, non può permettersi di segnare “appena” 9 reti. Troppo poche, anche considerando le occasioni fallite sottoposta in alcuni match chiave. Su questo il Toro dovrà lavorare, magari trasferendo anche in nerazzurro quell’incisività mostrata contro il Nicaragua e che spera di evidenziare in una Coppa America da vivere da protagonista“.

(Fonte: Corriere dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy