Nodo contratti, la proposta della FIFPro: “Prolungameno per tutti i componenti della rosa”

L’emergenza coronavirus preoccupa in particolar modo i calciatori in scadenza di contratto

di Fabio Alampi, @FabioAlampi
Philippe Piat, FIFPro

In attesa di capire se e quando si potrà tornare a parlare di calcio giocato, uno dei temi da affrontare sarà quello legato ai contratti dei calciatori: la stagione, qualora dovessero riprendere i campionati, andrà ben oltre il 30 giugno, data di scadenza di molti accordi dei giocatori con gli attuali club. A tal proposito il Corriere dello Sport riporta la proposta della FIFPro, l’associazione internazionale dei calciatori professionisti:

Adesso si tratta di definire le modalità con cui i contratti di giocatori e allenatori vengano prolungati fino alla nuova scadenza. E, su questo tema, c’è da registrare una sorta di allarme lanciato dalla FIFPro, ovvero l’unione mondiale dei calciatori. Il timore, infatti, è che i club possano in qualche misura “selezionare” i giocatori a cui verrebbe allungato il contratto, scartando quindi quelli ritenuti non utili o non funzionali alla conclusione della stagione.

Esempio: una società potrebbe ritenere inutilmente costoso allungare il contratto a un elemento già in scadenza al 30 giugno e finito ai margini delle scelte dell’allenatore, oppure a un elemento infortunato e impossibilitato a scendere in campo nel periodo previsto per concludere la stagione. Ecco, la Fifpro chiede che non ci sia alcun tipo di discriminazione e che, nel momento in cui si renderà necessario, vengano allungati i contratti a tutti i componenti della rosa“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy