Coronavirus, lo Sporting taglia gli stipendi del 40%. Dipendenti cassaintegrati e stop a…

Dipendenti cassaintegrati, stop al trasferimento del tecnico Amorim

di Gianni Pampinella

Cassa integrazione per quasi tutti i dipendenti e stipendi ridotti del 40% ai giocatori. Sono i provvedimenti decisi dallo Sporting Lisbona in Portogallo per dare respiro alle sue già fragili finanze, ulteriormente colpite dalla pandemia di coronavirus. Le misure di “sospensione temporanea” o di “riduzione dell’orario di lavoro” riguardano il 95% dei dipendenti, ha reso noto il club di Lisbona in una dichiarazione diffusa ieri sera dall’autorità di borsa. Dimezzati gli stipendi dei membri del consiglio di amministrazione.

Lo Sporting era già in una situazione sportiva ed economica difficile prima dell’inizio della pandemia. Secondo i media locali, il club ha anche deciso di non versare allo Sporting Braga una prima tranche di 5 milioni di euro, corrispondente alla metà del trasferimento dell’allenatore Ruben Amorim. All’inizio di marzo, lo Sporting Portugal aveva deciso di assumere per la somma record di 10 milioni di euro questo ex nazionale portoghese, che a 35 anni è diventato l’allenatore più costoso del calcio portoghese, nonostante abbia appena iniziato la carriera sulla panchina del Braga.

(ANSA-AFP)

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy