Dalla Palma (CdS): “L’Inter va avanti con la forza dei nervi. Icardi? Ieri segnale da…”

Dalla Palma (CdS): “L’Inter va avanti con la forza dei nervi. Icardi? Ieri segnale da…”

L’analisi del giornalista

di Marco Astori, @MarcoAstori_
Tra le pagine dell’edizione odierna del Corriere dello Sport, il giornalista Alberto Dalla Palma ha analizzato così il momento dell’Inter: “Non potrà fare molti calcoli Spalletti, invece, perché il suo organico è ormai ridotto all’osso e perché lo 0-0 di Francoforte costringerà l’Inter a giocare per vincere il ritorno. Qualsiasi pareggio con gol la eliminerebbe dall’Europa e la esporrebbe a un finale di stagione che si presenta già tragicomico. Dilaniata emotivamente dal divorzio anticipato con Mauro Icardi, la squadra nerazzurra sta andando avanti con la forza dei nervi: contro la Spal ci hanno pensato Politano e Gagliardini, ma da qui a maggio non sarà facile esibirsi su due fronti con un solo centravanti, seppur bravo, come Lautaro Martinez.
Alternative? Zero. O forse Keita. Possibilità di una pace tra Wanda, Icardi e la società? Poche, forse zero: ieri il presunto capitano nerazzurro non si è neanche presentato allo stadio, segnale ormai di un addio da cento milioni. Ma intanto la lotta per la Champions diventa più aspra della lite per la Tav: Atalanta e Torino viaggiano a ritmi talmente elevati da poter sognare il quarto posto; la Roma cercherà di rialzarsi con la saggezza di Ranieri ma stasera contro l’Empoli sarà decimata da infortuni e squalifiche; la Lazio, che deve recuperare la partita contro l’Udinese, ha perso una grande occasione a Firenze dove dominando per un’ora è riuscita a fare soltanto un gol, naturalmente con Immobile. Raggiunta da Muriel, si è arresa, svuotata forse dal derby. Da qui a maggio, in attesa di conoscere la data dell’ottavo scudetto consecutivo della Juve, ci sarà poco per cui entusiasmarsi. La lotta per l’Europa, appunto, e – speriamo – per la Nazionale che sta tornando in campo”.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy