Damascelli: “Inter, Suning ha progetti forti. Sempre che Conte sappia che…”

Damascelli: “Inter, Suning ha progetti forti. Sempre che Conte sappia che…”

Il giornalista ha parlato dell’affare Messi per l’Inter dopo la scelta di Suning di proiettare l’ombra dell’argentino sul Duomo

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Le voci sull’affare Messi all’Inter si moltiplicano, soprattutto dopo che la tv di Suning PPTV ha deciso di presentare la gara col Napoli proiettando l’ombra di Messi sul Duomo. Ne ha parlato su il Giornale, il giornalista Tony Damascelli.

“Messi all’Inter sarebbe un affare enorme per la nostra serie A, Cristiano e Lionel assieme nello stesso campionato come era accaduto in Spagna, il resto è fuffa anche se la coppia sfiora gli ottant’anni complessivi, ma soltanto all’anagrafe, sul campo sono molto più reattivi e decisivi di molti giovani sodali. I sogni si possono realizzare, ha detto Massimo Moratti che all’Inter aveva regalato Ronaldo, il brasiliano.

L’Inter corre con la fantasia ma Suning, al di là della Veneranda Fabbrica del sogno e del Duomo, ha progetti forti, la sfida alla Juventus passa attraverso l’ingaggio di campioni da mettere a disposizione dell’allenatore, sempre che il salentino sappia che fare di Messi, così come diceva di Pirlo.

Ci sono profumi veri, tra questi il trasloco del padre di Lionel a Milano, per ragioni squisitamente fiscali essendo Jorge Messi il procuratore del figlio e potendo usufruire di alcune agevolazioni che in Spagna, al contrario, sono tasse pesantissime. Senza trascurare il conflitto tra il calciatore e il presidente Bartomeu che vorrebbe esibire il prolungamento del contratto con l’argentino come jolly elettorale per la propria campagna presidenziale del club. È una questione di orgoglio e gli argentini sono i depositari del sostantivo. Lionel Messi è un fuoriclasse. Lo capirà anche Conte Antonio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy