TS – Inter, la partita col Milan non è a rischio: derby rinviato solamente in due casi

Il quotidiano fa il punto sul possibile rinvio della sfida tra i nerazzurri e i rossoneri in programma sabato alle 18 a San Siro

di Alessandro De Felice, @aledefelice24

Appena un giorno senza notizie negative, poi l’Inter ha incassato la positività al Coronavirus di Ashley Young. La speranza dei nerazzurri è quella di chiudere qui il cerchio, ma c’è il rischio che ancora qualcuno possa essere stato contagiato. E stamattina verranno effettuati nuovi tamponi, i cui risultati arriveranno domani.

Sono quattro i calciatori non contagiati: Handanovic, Padelli, Ranocchia e Darmian. Questi continueranno ad allenarsi nella ‘bolla’ istituita volontariamente ad Appiano Gentile. Discorso diverso per quanto riguarda Gagliardini, Nainggolan e Radu, positivi e rimasti a casa: i tre si allenano fra cyclette e tapis roulant e ricevono i pasti inviati dallo chef della Pinetina su indicazione del nutrizionista.

La domanda che tutti si fanno è ovviamente se il derby del 17 ottobre sia a rischio, ma la risposta rimane per il momento ‘no’” spiega Tuttosport. L’Ats non si opporrà allo svolgimento della partita sei club seguiranno le disposizioni. Per non giocare è necessario il verificarsi di due situazioni: l’Inter non abbia a disposizione 13 giocatori, di cui almeno un portiere, o che ci siano almeno 10 calciatori positivi, tutti riscontrati nello stesso arco temporale. Ne servirebbero altri quattro nelle prossime 24 ore per rinviare la sfida contro il Milan, ma la speranza – soprattutto per la salute dei calciatori – è che questo non accada.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy