FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimora

Di Natale: “Raspadori pronto al salto. Affare Inter, ma finirei la stagione a Sassuolo”

Getty Images

Del possibile approdo all'Inter del giovane del Sassuolo Raspadori ha parlato a La Gazzetta dello Sport l'ex giocatore dell'Udinese

Andrea Della Sala

Del possibile approdo all'Inter del giovane attaccante del Sassuolo Raspadori ha parlato a La Gazzetta dello Sport l'ex giocatore dell'Udinese Antonio Di Natale:

Di Natale, oggi a Raspadori sembra star stretta la provincia, cosa che invece per lei è stata un elemento di forza. Lei non è caduto davanti alla tentazione di Juve, Napoli, Milan, Roma...

«Ma la scelta che ho fatto io l’ho presa in età più matura e fu soprattutto una scelta di vita: la mia famiglia stava benissimo a Udine e anche io ero felice. Non c’era motivo di cambiare. La situazione di Raspadori è diversa: quando un club come l’Inter si interessa a te ci sta che uno possa vacillare. Giacomo è un ragazzo forte, uno che farà tanta strada. E sono già più stagioni che dimostra il suo valore».

Potesse dargli un consiglio, cosa gli direbbe?

«Suggerirei di finire l’anno al Sassuolo e poi andare con più consapevolezza in una grandissima squadra. Un conto è giocare e crescere al Sassuolo, un altro è presentarsi a San Siro, con la maglia dell’Inter e con un club che lotta per vincere lo scudetto: sicuramente ci sarebbero meno spazio e possibilità di giocare da protagonista. Almeno nell’immediato. Ecco perché sono convinto che la strada migliore sarebbe un altro anno a Sassuolo: all’Inter potrebbe mettersi in mostra entrando a gara in corso, ma sarebbe diverso».

 Getty Images

Ma in casi del genere, non è meglio assecondare l’eventuale desiderio del giocatore?

«Il Sassuolo è un club serio, in cui è cresciuto e dove è stimato. Se ci fosse questa possibilità, lo lascerebbero libero di decidere. Se la voglia di Inter sarà più forte di tutto, sarà giusto lasciarlo andare, per il bene di tutti».

Dove si aggiungerebbe a un pacchetto di grandi attaccanti.

«Anche Raspadori è un profilo da grande squadra: è un tipo sveglio, che vede bene la porta e sa giocare in più posizioni. È un giocatore alla Sanchez per intenderci: può fare la prima o la seconda punta e ha delle caratteristiche perfette per giocare accanto a Lautaro o Dzeko, ma pure con Correa o Sanchez. E poi ha valori umani importanti, come Tonali al Milan: ragazzi umili con i piedi per terra e il desiderio di diventare protagonisti ad alti livelli. Chi prende giovani così, fa sempre un affare...».

Ecco, magari vorrebbe subito giocare in Champions?

«Ripeto, io chiuderei l’anno al Sassuolo e poi andrei. In questi casi il treno non passa solo una volta: se l’Inter c’è oggi, ci sarà anche in estate. E magari a luglio arriverà il Real o un’altra big d’Europa. Alla fine, tutto dipende da cosa fai sul campo e al Sassuolo avrebbe ancora mesi da protagonista. Raspadori ha talento e l’età è dalla sua parte».

tutte le notizie di