Dzeko è il prescelto, l’Inter affonda: “Racchiude in sé i 4 dogmi della dottrina Marotta”

Il bosniaco in cima alla lista di Marotta

di Marco Macca, @macca_marco

Perché l’Inter, qualora dovesse partire Mauro Icardi, punterebbe tutto su Edin Dzeko? I motivi di questa scelta li ha spiegati l’edizione odierna di Tuttosport, sottolineando come l’attaccante bosniaco incarni in sé tutte le caratteristiche che sta cercando Beppe Marotta per i rinforzi dei nerazzurri nel prossimo mercato estivo:

Dzeko incarna alla perfezione i dogmi della dottrina Marotta: è un grande giocatore, in carriera ha vinto tanto, possiede esperienza internazionale e può seminare all’interno dello spogliatoio quella mentalità da grande squadra che difetta all’Inter, anche perché l’ultimo titolo messo in bacheca – la Coppa Italia vinta da Leonardo nel maggio 2011 – è sempre più impolverato. L’arrivo di Dzeko comporterebbe un altro vantaggio per il club nerazzurro: il suo non sarebbe certo un acquisto tale da può tarpare le ali alla crescita di Lautaro Martinez che per Suning vale un patrimonio come certifica la clausola rescissoria da 111 milioni fatta inserire sul suo cartellino. Il Toro, dopo essersi conquistato sul campo i gradi da titolare, ricomincerà da dove avrà finito la stagione e con Dzeko potrebbe trovare, oltre che un maestro, pure un compagno di reparto con cui provare a coesistere. Il contratto del bosniaco in scadenza nel 2020 è un altro assist per Marotta e Ausilio, una scadenza porterà l’Inter a valutare il cartellino non più di 10-12 milioni, anche perché la Roma – vendendo il centravanti – risparmierebbe i 12 milioni (lordi) di ingaggio per l’ultimo anno di contratto, potendo anche monetizzare qualcosa dal cartellino”.

(Fonte: Tuttosport)

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14171655 - 2 anni fa

    Per carità di Dio!!!!! NOOOOOOO!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy