Cds – Inter, a Eriksen la panchina va stretta. Occasione derby? Non è detto: Conte preferisce ancora…

Dal ritiro della Nazionale danese il trequartista ha fatto capire di non voler rimanere in panchina tutto l’autunno aspettando il mercato di gennaio

di Andrea Della Sala, @dellas8427
Dal ritiro della Danimarca, Eriksen manda segnali all’Inter e fa capire il suo disagio. Il trequartista fa fatica a trovare spazio, ma non intende rimanere in panchina fino a gennaio. La situazione non è semplice e non è escluso che nel mercato di gennaio poi il danese possa finire tra i giocatori in uscita. Intanto, vista l’emergenza coronavirus che ha colpito l’Inter, il danese si candida a una maglia da titolare nel derby. Ma non è detto, visto che Conte potrebbe farlo partire ancora dalla panchina.
Secondo il Corriere dello Sport “Il cambio di modulo estivo, col passaggio al 3-4-1-2, era stato scelto su misura del danese. Ma niente da fare: giusto il tempo di un gol di Eriksen direttamente da calcio d’angolo nella semifinale di Coppa Italia a Napoli, e poco altro. Spazio ancora a Barella dietro le punte, adesso, e poi bisogna considerare l’ampio materiale umano che ha Conte. Dopo che Eriksen è stato utilizzato col contagocce pure in Europa League. Nemmeno il percorso dell’Inter fino alla finale di Colonia è passato dal danese, fatto salvo quel gol negli ottavi col Getafe. Incastrato nei soli otto minuti di impiego. Proprio come successo di recente a Benevento. Con la Lazio, invece, nemmeno quelli. E a Eriksen questa situazione va piuttosto stretta”.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy