Fava (Premium): “Sarà un anno importante per Karamoh. Lautaro? Mi ricorda Tevez, deve…”

Fava (Premium): “Sarà un anno importante per Karamoh. Lautaro? Mi ricorda Tevez, deve…”

L’analisi del primo test dei nerazzurri nel collegamento di Inter TV con il giornalista di Premium

di Sabine Bertagna, @SBertagna

Fabio Fava, giornalista di Premium Sport, ha commentato il primo test dell’Inter vinto contro il Lugano: “Il quadro è che si vede già una quadra, qualcosa non di diverso dall’anno scorso ma qualcosa che fa ben sperare. Si sono già visti i famosi automatismi degli ultimi arrivati. Parlare di novità a proposito di Nainggolan con Spalletti è strano. Partite da Karamoh, credo che in tanti abbiano modo di partite con un’Inter 2.0. Credo sia un anno importante anche per Dalbert e Karamoh, tutti e due provenienti dalla Ligue 1. Sono chiamati a dare risposte importanti. Un’Inter che riparte da quel gol di Vicino con nuovi innesti che intrigano. Karamoh ha già giocato come punta centrale. Nel Caen a volte giocava in quel ruolo, a volte da tornate e da seconda punta. Ha caratteristiche di velocità a campo aperto e fa salire la squadra. Un anno fa dicevo di lui che era un diamante grezzo. Ora è molto meno grezzo, è un ragazzo che in un anno a Milano ha avuto modo di crescere anche personalmente. Lui è arrivato con la famiglia e si è ambientato. Spalletti lo ha gestito in maniera interessante, questo deve essere il suo anno. La sfrontatezza non gli manca”.

Lautaro Martinez -“Se si parla di attaccanti sponsorizzati da Milito mi fido. Lautaro ieri mi ha dato l’impressione di attaccare la porta, non solo di vederla. Mi sembra che abbia tanta voglia di fare bene. Un ottimo punto di partenza. Lautaro è un giocatore destinato a fare molto bene. Attaccante vero, deve puntare ad abbinare la partnership tattica con Mauro Icardi. Ci vedo il primo Tevez. Con una grande voglia di spostare gli equilibri. Prova a fare reparto da solo”.

Di Maria“Arriva alla fine di una stagione molto dispendiosa dal punto di vista psicologico.Un Di Maria scarico. C’è stata un’involuzione tattica, si sta avvicinando al ruolo di interno nei tre. Ha bisogno di motivazioni. A volte finisce per accentrare troppo il gioco, ma se è messo meno sotto i riflettori e più utile alla squadra è importante e allenatori farebbero carte false per averle.”

(Inter TV)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy