Ferri: “Lautaro e Jovic si assomigliano, Eintracht pericoloso a sinistra. Senza Radja…”

Ferri: “Lautaro e Jovic si assomigliano, Eintracht pericoloso a sinistra. Senza Radja…”

L’analisi dell’ex giocatore dell’Inter negli studi di Inter TV

di Sabine Bertagna, @SBertagna

Riccardo Ferri ha analizzato la sfida di Europa League in programma tra pochissimo. L’Inter affronterà in trasferta l’Eintracht Francoforte. Queste le parole di Ferri: “La formazione dell’Inter? Una squadra dettata dalla grande emergenza. Al di là di chi scenderà in campo ci vorrà un atteggiamento propositivo. L’Eintracht è una squadra che concede molto nelle ripartenze, sarebbe perfetto rubare palle per poi ripartire in velocità e cercare di metterli in difficoltà. Le catene di destra e sinistra saranno molto affollate, si giocherà molto sugli esterni. Borja Valero? Sarà una partita di sacrificio all’inizio, loro sono molto aggressivi e alzano molto il baricentro. Si potrà contare sulla tecnica di Borja. E’ uno di quelli che sa smorzare i ritmi, sa dialogare e fraseggiare. I vari Vecino e Brozovic devono tentare di essere vicini a quel giocatore. Senza Nainggolan l’Inter perde dal punto di vista di rubare palla e del suo gioco. A volte fa ripartire anche di prima, ha una grande capacità di lettura in verticale, ti lega i reparti. Magari l’Inter avrebbe giocato anche a tre. Un giocatore che vogliamo ritrovare nel massimo splendore, continua a d avere problemi fisici che lo condizionano. Speriamo di averlo con la Spal, ma soprattutto nel derby che sarà un ago della bilancia”. 

Pericolo Eintracht: “Gli esterni dell’Eintracht, Kostic a sinistra per esempio, buttano dentro palle e si inseriscono molto anche senza. Pericolosi più a sinistra che a destra. Le squadre tedesche ti mettono pressione, la cornice di pubblico è molto presente. anche se i nerazzurri non sono assolutamente da meno. La mia maglia numero 5? La condivido con Stankovic che all’Inter è stato un trascinatore, un esempio positivo e un uomo spogliatoio. Credo che queste sono gare che tutti vogliono giocare. Arrivati a questo punto sarebbe brutto fare dei calcoli tra campionato e coppa. Vincendo ti porta una grande motivazione anche in campionato. L’Eintracht aggredisce molto soprattutto nei primi minuti della gara. Kostic è una spina nel fianco. sarà molto importante l’atteggiamento di D’Ambrosio e di Politano. Ho visto molte gare: quando perdevano palla si creavano dei corridoi importanti. Su questi deve lavorare l’Inter, soffrendo e insistendo. Le trasferte del giovedì pesano molto di più rispetto alla Champions League. La squadra rientra di notte, così puoi prendere anche in esame subito eventuali piccoli infortuni. Bisogna cercare di andare in fondo in tutte e due le competizioni senza fare calcoli. Non andare in Champions League sarebbe una cosa molto negativa”.

Jovic e Lautaro: “Jovic e Lautaro si assomigliano. Jovic fa reparto da solo lì davanti, sa chiudere bene le azioni. Un giocatore che mette pressione. Skriniar e de Vrij avranno una serata impegnativa. Lautaro sta dando il suo contributo dal punto di vista fisico. Credo che Lautaro possa crescere in maniera esponenziale e diventare un giocatore importante per il futuro”. 

D1EtY2oW0AINXOh.jpg-large

(Inter TV)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy